Gallo: “Senza playoff non sarebbe un fallimento”

La sconfitta contro il Brescia ha allontanato il sogno playoff e rimandato l’aritmetica salvezza, ma Fabio Gallo non vuole ulteriori cali di tensione o errori in quella che può essere l’occasione dell’immediato riscatto per i suoi, ovverosia la trasferta di Pescara contro la squadra di Pillon. Un match che l’allenatore delle aquile ha presentato in conferenza stampa: “Sia verso il basso che verso l’alto la classifica non dice niente di aritmetico, quindi non permetterò a nessuno la possibilità di pensare diversamente dall’obiettivo di fare il massimo in queste restanti sei partite. Poi quello che raggiungeremo dipenderà da noi, ma in questo gruppo non c’è nessuno che voglia mollare un centimetro”. Gallo torna ad analizzare anche la sconfitta contro il Brescia: “Non è stata sfortuna, ma quattro errori da parte nostra in una stessa azione. Mi sono molto arrabbiato per questo, perché era una situazione che proviamo da tempo”.

“Se non andassimo ai playoff non sarebbe un fallimento”

È però tempo di guardare avanti e di pensare ad un Pescara profondamente diverso da quello affrontato all’andata: “Sono cambiati per filosofia di gioco, anche se conservano alcune caratteristiche. Sono bravi nell’uno contro uno e nel possesso palla, ma dobbiamo pensare a noi e a non commettere errori come fatto martedì. Pillon? L’ho avuto come allenatore a Treviso, sono molto legato”. Gallo fa il punto tra assenti e presenti: “Recuperiamo Palladino, mentre non ci saranno Capelli, Gilardino e Mastinu”. Infine, per Gallo anche un parziale bilancio della stagione: “Se non andassimo ai playoff non sarebbe un fallimento. Va analizzata tutta la stagione, compresi gli infortuni che non ti consentono di avere continuità. Abbiamo saputo reagire dopo i momenti difficili, ma conosciamo l’obiettivo di inizio stagione. I ragazzi stanno dando il massimo, serve l’ultimo sforzo per giocare un finale di stagione importante. Il mio contratto? Sono sereno, con la società abbiamo chiacchierato un po’, ma ora la priorità è fare il massimo fino alla fine”.

Fonte: SkySport

Commenti