“Fai segnare me”, il retroscena sul gol di Kroos

Tutti vogliono essere eroi nella vita. Che sia per un istante, un’ora o un giorno. Soprattutto chi pratica sport e incarna lo spirito, la passione e gli ideali di un’intera Nazione. Tra Germania e Svezia, ad esempio, a indossare il mantello è stato Toni Kroos, autore della punizione vincente ad appena dieci secondi dal termine dei cinque minuti di recupero. Palla all’incrocio e rimonta completata per la Nazionale di Löw, passata in pochi minuti dallo spettro dell’eliminazione a una qualificazione quasi in pugno. Una parte del merito per il successo finale dei tedeschi va però attribuita anche a Marco Reus, decisivo nel riequilibrare la situazione ad inizio ripresa e che voleva prendersi completamente la scena anche in occasione del secondo gol. Il titolone dei giornali e il prossimo coro dei tifosi non è un obiettivo che si era posto solo l’attaccante del Borussia Dortmund, più volte sfortunato nel corso della sua carriera a causa dei numerosi infortuni, ma anche altri tre componenti del team campione del mondo in carica, Kroos escluso. In più c’era Mats Hummels che voleva passare alla storia della partita e, chissà, forse del Mondiale come “consigliere”, direttamente dalla panchina da dove è stato costretto ad assistere alla partita a causa del problema alla cervicale accusato a pochi giorni dal match.

Hummels-Neuer, tentativi “disperati”

Come scritto, il difensore del Bayern Monaco poteva offrire il suo aiuto solamente fuori dal campo ed è stato uno dei primi a rivolgersi a Kroos subito dopo il fischio dell’arbitro. “Mettila dentro Toni. Mettila dentro” ha gridato l’ex Borussia per invitare il compagno a crossare una palla tesa verso il centro dell’area di rigore dove sarebbero andati a saltare tutti i giocatori tedeschi. Tutti… ma proprio tutti. Anche Manuel Neuer infatti voleva diventare eroe – un po’ come lo è stato Brignoli in Serie A per qualche settimana -, trovando personalmente il miracoloso 2-1. Ha chiesto a Löw il permesso di abbandonare la porta e andare in area avversaria, ma è stato il secondo del Ct a frenare il portierone della Germania per tenere vive le speranze in vista dell’ultimo turno grazie al pareggio. L’eventuale sconfitta avrebbe infatti estromesso aritmeticamente la Nazionale tedesca con una giornata d’anticipo.

Fonte: SkySport

Commenti