Rooney, debutto show in MLS: assist e applausi

Boccata d’ossigeno ed entusiasmo a mille per il D.C. United, ultima destinazione in carriera per il classe 1985 dai numeri esaltanti in carriera: goleador all-time della Nazionale inglese con 53 centri, miglior marcatore di sempre dei Red Devils in tutte le competizioni con 253 reti complessive. Nient’altro che un lusso per il campionato statunitense, lui che aveva appena vissuto un breve ritorno all’Everton pur senza esaltarsi (11 sigilli in 40 presenze). Nuova gloria invece negli States per l’ex capitano dei Tre Leoni, sfida Oltreoceano che lo porterà ad incrociare ex compagni di club come Zlatan Ibrahimovic (LA Galaxy) e Bastian Schweinsteiger (Chicago Fire). Non si discute l’amarezza personale per il 4° posto dell’Inghilterra in Russia, epilogo accantonato poche ore più tardi dal suo esordio più che positivo a Washington con l’accoglienza dei nuovi tifosi. Uno degli ultimi a lasciare il campo, Rooney è stato omaggiato dagli applausi scroscianti del pubblico. “Voglio continuare a vincere”, spiegava al suo arrivo. Detto e fatto.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 171 volte