Taccone: “Fatto tutto quello che dovevo. Spero in iscrizione”

Il patron dell’Avellino Walter Tacconein mattinata ha tenuto un conferenza stampa per fare luce sul futuro del club e chiarire la posizione della società in merito all’iscrizione alla prossima Serie B: “La società ha ottemperato a tutti gli obblighi per l’iscrizione, è stato sistemato tutto a partire dalla ricapitalizzazione della società. Abbiamo pagato tutto, stipendi compresi, e abbiamo fatto una fideiussione che secondo noi è validissima. Come dicono i nostri tecnici il rating in Europa è sostituito dall’indice di solvibilità e questa società (Onix Aigurari, ndr) ha un indice di solvibilità tre volte superiore. Non abbiamo fatto i furbi o voluto risparmiare. Il giorno 10 luglio avevamo già una polizza sostitutiva sottoscritta con la Finworld, considerati i rumors che sentivamo in giro. Alla pari della prima abbiamo speso 50mila euro per sottoscriverla. Successivamente abbiamo sottoscritta la terza fideiussione con l’assicurazione Groupama entro il 16 luglio, considerati i problemi emersi con Finworld per alcuni club di Lega Pro. – continua Taccone come riporta Tuttoavellino.it rispondendo al comunicato degli ultras biancoverdi – Se i tifosi fossero più intelligenti capirebbero che quanto successo non dipende da noi, io ho fatto quello che dovevo fare come ho spiegato e mi aspetto che i tifosi ci aiutino. Se poi non mi vogliono possono trovare un altro presidente visto che la società è in vendita e voglio farmi da parte, ma ad Avellino nessuno vuole cacciare un euro”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti