Iniesta, esordio da incubo: perde 3-0 in Giappone

Va detto che Iniesta, ancora non al top della condizione essendo appena rientrato dalle vacanze dopo il Mondiale, ha messo piede in campo soltanto al 58°, con i suoi già sotto 0-2, per effetto dei gol subiti all’11° e subito dopo l’intervallo: nel finale il risultato ha preso una forma ancora più rotonda ma i tifosi di casa si sono comunque detti soddisfatti. Soprattutto perché l’Illusionista non ha rinunciato a regalare qualche magia delle sue: giocate che hanno scaldato il pubblico in quella mezz’ora, dribbling alla sua maniera e in particolare un tunnel che ha strappato applausi e gli ‘olè’ della folla.

Ecco: l’accoglienza ricevuta da Iniesta rappresenta la nota più positiva della giornata per l’ex-blaugrana, salutato dal Kobe Universiade Memorial Stadium con un’infinità di bandiere spagnole e incitato ad ogni tocco di palla. Per i risultati ci sarà tempo, anche se la sconfitta pesa parecchio sugli obiettivi del club, che si trovava al sesto posto in classifica, a 5 dal terzo che assicura la partecipazione alla Champions asiatica. Una bella sfida, per Don Andrés. Altro che il “comfort” di cui parlava Cristiano Ronaldo…

Fonte: Sky

Commenti