DTM Zanardi, è anche una sfida tecnica

“È andato tutto bene, abbiamo preso la direzione giusta. Ci sono tante cose nuove, ma passo dopo passo le sto scoprendo”. Queste le parole dei Alex Zanardi al termine della due giorni di test che ha visto il pilota italiano prepararsi, sul circuito di Vallelunga, in vista weekend del DTM di Misano al quale parteciperà come wild card il 25 e 26 agosto. Un totale di 294 giri con la BMW M4 modificata dai tecnici della casa tedesca in base alle sue esigenze fisiche.

Per poter permettere a Zanardi di guidare una vettura così impegnativa è stato, in primis, modificato l’impianto frenante che ora è azionabile da una leva alla destra del volante. Lo sforzo richiesto ora è di 70kg contro i 100-120 del sistema a pedale che non verrà utilizzato dal due volte campione CART. “Il salto in avanti è enorme, perché a livello fisico questa macchina è molto impegnativa. Sarebbe decisamente più faticoso se dovessi continuare a frenare con la protesi”.

Fonte: SkySport

Commenti