Oliver, arbitro velocista: tiene il passo di Salah

Avere il ruolo di arbitro in una partita del Liverpool deve essere qualcosa di molto spiacevole. Non tanto per le decisioni da prendere, quanto per la velocità da mantenere per seguire le azioni della squadra di Klopp. Salah, Mané, Keita, Alexander-Arnold: si salvi chi può. Lo sa bene Michael Oliver, arbitro famoso in Italia per la chiacchierata gestione del finale di Real Madrid-Juventus dello scorso anno, che, nell’ultimo weekend di Premier League, ha mostrato una tenuta fisica davvero invidiabile durante il match che i Reds hanno giocato sul campo del Crystal Palace. In un’azione, in particolare, il fischietto inglese ha stupito tutti: quella del gol del 2-0 di Mane, segnato al 93’. Nella circostanza, infatti, Oliver ha corso per tutto il campo, seguendo da molto vicino (la sequenza fa abbastanza ridere) il contropiede a tutto campo lanciato da Van Dijk e splendidamente eseguito da Salah, infine completato proprio dall’attaccante senegalese. Un box-to-box che non ha lasciato impreparato l’arbitro, capace, con 90 minuti di partita sulle gambe, di rimanere a ruota delle frecce di Klopp. Caso opposto si verificò la scorsa stagione, quando Mark Hughes, manager del Southampton, si lamentò per la discutibile forma fisica dell’arbitro Jon Moss, colpevole di non riuscire a stare al passo con il gioco delle squadre in campo.

Fonte: Sky

Commenti