Juve, idea secondo stadio per le squadre minori

Sette anni fa lo Stadium rappresentò un’importante innovazione per il calcio italiano, un grande impianto di proprietà di una squadra di Serie A. Nel corso degli ultimi anni, però, la Juventus ha proseguito il suo processo di crescita, per avvicinarsi ancor di più ai top club del calcio europeo non soltanto da un punto di vista prettamente tecnico. La grande innovazione dell’ultimo anno è stato il nuovo centro sportivo della Continassa, zona che si è trasformata in un vero e proprio quartier generale bianconero. Qui, infatti, non ci sono soltanto i campi d’allenamento della Juventus, ma anche l’albergo e la scuola. La Continassa è adiacente alla zona dell’Allianz Stadium, in cui la società bianconera vorrebbe costruire un altro impianto. L’idea sarebbe quella di far nascere un piccolo stadio da 5 o 6 mila posti, che verrebbe utilizzato dalle squadre minori della Juventus. Un impianto per le partite della squadra B, della formazione femminile ma anche per le gare della Primavera in Youth League. Un’idea sulla scia di alcune tra le grandi realtà d’Europa, che stuzzica e non poco la società bianconera.

Un nuovo stadio per riavvicinare le squadre minori alla Juve

Chiaramente l’attenzione dei tifosi è rivolta quasi prevalentemente alla squadra allenata da Massimiliano Allegri, da sette anni consecutivi campione d’Italia. Quest’anno si punta al grande obiettivo della Champions League, anche perchè in estate a Torino è arrivato un fuoriclasse come Cristiano Ronaldo. Ma l’idea della società bianconera è quella di avvicinare le realtà minori di casa Juventus alla prima squadra. Ecco perchè si sta pensando di costruire quest’altro stadio più piccolo proprio affianco all’Allianz Stadium, in modo da permettere ai tifosi di vivere delle vere e proprie giornate bianconere. Ad esempio la Juventus è impegnata la sera in campionato, nel pomeriggio c’è invece la partita della squadra B: con due stadi adiacenti ci sarà la possibilità di seguire entrambe le partite, magari usufruendo anche di sconti da parte della società. Cosa che al momento non è possibile, considerando che la Juventus B gioca ad Alessandria mentre la formazione femminile è ospitata a Novara. La società bianconera vuole quindi costruire un impianto che possa ospitare anche le partite di Serie C, categoria in cui da quest’anno c’è la squadra under 23 della Juve, e che possa poi essere idoneo anche per la Serie B in caso di promozione.

L’idea e i tempi di realizzazione

Un’idea e una necessità per il futuro, la Juventus vuole realizzare questo nuovo stadio vicino all’Allianz Stadium e in un’area limitrofa alla Continassa. Una zona non di proprietà dei bianconeri, che dovrebbero nel caso dialogare con il Comune di Torino. Questo, però, potrebbe vedersi rivitalizzata una zona al momento quasi abbandonata, dove ora c’è un vecchio palazzetto però caduto in disuso e ormai in pessime condizioni. Ma quanto ci vorrebbe per realizzare questo nuovo stadio? Non molto. I tempi tecnici sarebbero brevissimi, si parla di circa tre o sei mesi. Potrebbe essere un impianto prefabbricato, sulla scia di alcuni club europei. La Juventus, comunque, ha lanciato l’idea, pensa a una seconda casa per le squadre minori al fianco allo stadio principale. Un po’ come fanno Manchester City e Barcellona, che grazie ai secondi impianti organizzano giornate intere per i propri tifosi. La Juventus potrebbe ripercorrere questa strada in Italia, anche per avvicinare la squadra B e quella femminile al mondo bianconero.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 751 volte