Germania, Sané lascia ritiro: “Motivi personali”

Domanda lecita: esite un caso Sané? Tutti gli indizi portano a pensarlo, e sono tanti. Guardiola, qualche settimana fa, non l’ha convocato per la sfida contro il Newcastle, mentre il suo compagno di squadra Toni Kroos l’ha punzecchiato in conferenza stampa spronandolo a “cambiare atteggiamento”. E adesso? Dopo un colloquio privato con Joachim Low, il centrocampista del Manchester City ha lasciato il ritiro della nazionale tedesca. Sané sta vivendo un momento no, ormai è chiaro, tant’è che perfino Toni Kroos ha provato a spiegare la sua situazione: “Ha tutte le qualità per diventare un giocatore di livello mondiale, ma a volte il suo linguaggio del corpo non è buono. Perdiamo? Vinciamo? Non importa, lui ha sempre lo stesso atteggiamento, la stessa espressione. Non dovrebbe fare così”. Stilettate e critiche, Sané resta nell’occhio del ciclone. Ora è anche fuori dal ritiro tedesco.

Cos’è successo a Leroy Sané? 

Nel giro di pochi mesi è cambiato tutto. L’anno scorso – dopo aver vinto il titolo col Manchester City siglando 14 reti stagionali – ha vinto il premio di miglior giovane della Premier League, ma non è stato convocato da Low per il Mondiale in Russia. Poi l’esclusione di Guardiola e infine ora, fuori dal ritiro della Nazionale. Varie motivazioni. I primi “spifferi” iniziano ad arrivare dalla Germania, più precisamente dalla Bild, che associa il rientro in patria a causa della gravidanza di sua moglie Candice. Vuole starle vicino. Ma l’inizio stagione di Sané è da dimenticare. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 723 volte