Roma-Chievo, la partita di El Shaarawy

Quando El Shaarawy vede il Chievo si scatena, ormai è un’abitudine. Piacevole per lui, un po’ meno per gli avversari. Quando vede il Chievo, poi, probabilmente segna, un’altra routine di casa El Sha. L’ha fatto l’anno scorso all’Olimpico, due anni fa in entrambe le gare, Olimpico e Bentegodi battezzati, e anche con il Milan nel 2012. Domenica sarà ancora Roma-Chievo (gara in programma alle 12.30), il Faraone l’ha già messo nel mirino.

‘Golazo’ con dedica speciale

Il gol più bello l’ha segnato la stagione scorsa, pochi dubbi: una cavalcata iniziata a centrocampo e conclusa con un destro sul secondo palo, dopo aver saltato due giocatori. Dopo andò in panchina ad abbracciare Marco Ferrelli, uno dei fisioterapisti della Roma, fondamentale per il suo percorso di crescita. Stephan aveva diversi problemi alla schiena, guarì grazie a lui e gli dedicò uno dei gol più belli della sua carriera. Cuore d’oro, persona semplice.  

Fonte: SkySport

Commenti