L’Inter riemersa dal pozzo, la rimonta che può cambiare la stagione

ROMA – Quando ormai era in fondo al pozzo, l’Inter di Spalletti è rinata. Come a Roma contro la Lazio, il 20 maggio scorso, l’uno-due di Icardi e Vecino ha cambiato i destini, le prospettive, tutto. E’ tornata quella di un anno fa, la Beneamata, anzi era già tornata a esserlo, anche prima della clamorosa rimonta di San Siro. E’ questo il segnale più chiaro della vittoria sul Tottenham, fondamentale per il cammino in Champions ma che soprattutto fa ripartire la stagione nerazzurra.

Anche quando stava per affondare nel risultato, anche mentre il Tottenham vinceva 1-0 e sfiorava il raddoppio nella ripresa, la sensazione palpabile era di un’Inter che soffriva, sì, ma che rimaneva in campo con la testa e con i sentimenti, era una squadra che pativa ma seguiva una sua logica mentale, addirittura una sua passione. Quel crederci nonostante tutto, andando al di là dei propri limiti, anche come ieri sera con Perisic in panchina per consunzione e un Icardi che non ne imbroccava una, era stata la qualità principale dell’Inter spallettiana 2017-2018, che aveva grattato via quel quarto posto in classifica con il finale di partita a Roma, con i due gol in pochi minuti alla Lazio, rapidissimi ed esiziali, un po’ come la rimonta sul Tottenham in Champions, e che per tutta la stagione era stata dignitosamente in campo, nonostante la grande crisi invernale. Rivedere quell’Inter dev’essere stato il segnale migliore per Spalletti, che nella prime quattro partite stagionali aveva faticato a tenere in piedi la squadra, proprio dal punto di vista mentale.

Champions League, l’Inter segna il 2-1: l’esultanza dei telecronisti è incontenibilein riproduzione…. Fonte: Repubblica.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 168 volte