Squalifica Spalletti, accolto il ricorso

Ad aprire la sesta giornata di campionato ci penseranno Inter e Fiorentina, che si affronteranno questa sera a San Siro. Il duello degli argentini, con Icardi e Simeone pronti a darsi battaglia. Il duello anche fra Pioli e Luciano Spalletti, quest’ultimo però squalificato dopo essere stato espulso per l’esultanza troppo veemente in seguito al gol di Brozovic in quel di Marassi. O meglio: “Per aver assunto, al 49′ del secondo tempo, immediatamente dopo la realizzazione del gol, un atteggiamento polemico nei confronti del Quarto Ufficiale uscendo dall’area tecnica”. 0-1, vittoria, Samp piegata e tre punti per ripartire in campionato sull’onda dell’entusiasmo post Champions. Tutto perfetto, quindi, a Genova. Tranne la decisione del quarto uomo.

Ricorso accolto

Non doveva essere in panchina l’allenatore nerazzurro, ma alla fine ci andrà eccome. Già, perché il ricorso presentato dall’Inter per l’annullamento del turno di squalifica è stato accolto. Spalletti dovrà pagare una multa pari a 5mila euro, ma stasera sarà regolarmente in panchina. Torna a sorridere, dunque: “La squalifica potrebbe creare un precedente difficile da gestire” Aveva detto nella consueta conferenza stampa della vigilia nella giornata di ieri. A guidare Icardi e compagni contro la Fiorentina ci sarà sempre lui. E l’Inter ne avrà bisogno, considerati i numeri della squadra di Stefano Pioli, terzi in classifica e usciti sconfitti solo una volta in queste prime cinque giornate. Poi tre vittorie e un pareggio. La bellezza di 11 gol fatti e solo tre subiti. Si riproporrà, quindi, il duello fra Spalletti e Pioli, con quest’ultimo mai vittorioso nei 13 precedenti fin qui disputati. L’allenatore nerazzurro spera che questo trend possa continuare. 
 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 357 volte