Il Napoli volta pagina, la Champions per dimenticare la Juve

NAPOLI – Voltare pagina, subito. Il Napoli non ha altra scelta, con dietro l’angolo la sfida di Champions di mercoledì sera al San Paolo, contro i vice campioni d’Europa in carica del Liverpool. “Abbiamo perso una partita importante, ma la stagione è ancora lunga. Adesso concentriamoci sui prossimi impegni che ci attendono”, ha provato a dare l’esempio Arek Milik, invitando compagni e tifosi a lasciarsi rapidamente alle spalle la sconfitta subita contro la Juventus. Ai bianconeri ha dato invece appuntamento per il ritorno a Fuorigrotta il francese Malcuit, meditando già la rivincita. “Ci rivediamo a casa nostra”. Due stati d’animo diversi, insomma: il primo più razionale, il secondo più passionale e comunque comprensibile, a caldo.

Se l’era presa molto del resto anche Carlo Ancelotti, lasciando sabato sera l’Allianz Stadium. Il tecnico azzurro e i suoi giocatori si sono sentiti penalizzati dall’arbitraggio di Banti, che ha espulso Mario Rui e ha lasciato perplesso anche il presidente Aurelio De Laurentiis, che aveva seguito la squadra nella trasferta in Piemonte. No comment, da parte della società, che si aspetta però dei provvedimenti da parte del giudice sportivo  per i cori discriminatori ascoltati nel corso della gara: un’appendice velenosa che sta diventando intollerabile.

Juve-Napoli, Ancelotti: “I cori dei tifosi bianconeri? Mi consolerò guardando la Coppa del 2003”in riproduzione…. Fonte: Repubblica.it

Commenti