OBIETTIVO NAPOLI – Vittoria netta nonostante la poca concretezza

published at 20:18 in COPERTINA, IN EVIDENZA, OBIETTIVO NAPOLI
OBIETTIVO NAPOLI – Vittoria netta nonostante la poca concretezza

L’ennesima rivoluzione nella formazione porta bene al Napoli, che riesce a trovare i tre punti contro un Sassuolo non irresistibile. I tanti cambi hanno propiziato un inizio sprint della squadra di Ancelotti. L’attacco tutto estro e velocità, composto da Ounas e Mertens, con Verdi e Zielinski sull’esterno, ha inizialmente mandato in tilt tutte le dinamiche difensive della squadra di De Zerbi, che per almeno i primi 20 minuti del primo tempo è stata del tutto incapace di prendere le contromisure agli attacchi napoletani.
Anche contro il Sassuolo, però, il Napoli ha presentato il consueto difetto di non riuscire a concretizzare al meglio tutte le occasioni costruite. Gli errori in fase di finalizzazione sono stati troppi, così come eccessiva è stata la tendenza a “specchiarsi” troppo di alcuni giocatori, più portati a cercare la giocata ad effetto che a puntare alla concretezza.
Ancora una volta, comunque, Ancelotti ha dimostrato grande coraggio e fiducia in tutti gli elementi della sua rosa. Buone le risposte di Ounas, schierato da vice-Insigne, e Malcuit, oggi bravo anche in fase di non possesso. Ancora in non del tutto a suo agio nella posizione di esterno sinistro, invece, Verdi. Alti e bassi dalla coppi di centrocampo, con un Diawara che è calato nel corso del match, dopo un buon avvio, e Rog che non riesce a mostrare quella pulizia nelle giocate necessaria per giocare nel cuore del centrocampo. Tra i “veterani” è parso troppo poco determinato Zielinski, a tratti svagato nelle sue giocate, mentre Mertens ha determinato grandi grattacapi per la difesa del Sassuolo nei primi minuti, grazie alle sue accelerazioni in profondità, ma al momento di concretizzare le sue giocate sono risultate sempre poco efficaci. La concretezza ce l’ha messa, quando è subentrato, Insigne, abile a trovare il colpo del K.O. con un grande destro a giro.
La grande certezza del Napoli rimane la difesa. Albiol e Koulibaly hanno fornito un’altra prestazione vicina alla perfezione, annichilendo ogni tentativo di sortita offensiva degli avversari. Volenteroso Hysaj, ma i limiti tecnici sono una pecca che ogni tanto presenta il conto. Nota di merito, infine, per Ospina, che con le sue parate con i piedi ha tenuto a sicuro la porta azzurra, in barba al bello stile.

Questo articolo è stato letto 469 volte

You must be logged in to post a comment Login