Nazionale, “Genova nel cuore”: tutte le iniziative

Italia-Ucraina è un’amichevole dove il calcio passerà in secondo piano. Tattica, moduli e giocatori lasceranno spazio al ricordo delle 43 vittime scomparse a causa della caduta del Ponte Morandi: “E’ impressionante vederlo dal vivo – ha detto il ct, visibilmente emozionato – Genova rappresenta un pezzo della mia vita”. Queste le parole di Roberto Mancini, ct della Nazionale azzurra ed ex bandiera della Sampdoria. In occasione della partita contro la squadra di Shevchenko, la Nazionale e la FIGC hanno previsto una serie di iniziative per ricordare le vittime. 

Tutte le iniziative per il Ponte Morandi

Oltre il minuto di silenzio, al 43esimo la gara si fermerà per 30 secondi (proprio per ricordare le 43 vittime scomparse nella caduta del Ponte). I 600 sfollati, inoltre, sono stati invitati dalla FIGC a vedere la partita, mentre i 100 ragazzi della “zona rossa” sono stati invitati a vedere l’allenamento pre-gara. Un pensiero anche per i nove bambini rimasti orfani, a cui la FIGC pagherà gli studi per i prossimi tre anni in modo da potergli far proseguire il proprio percorso scolastico. Infine, la Nazionale azzurra giocherà con il logo “Genova nel cuore” sulle magliette. Una serie di iniziative e pensieri fondamentali verso chi ha perso tutto, e che adesso prova a ripartire. 

Fonte: SkySport

Commenti