La storia di Farid, il falso giocatore della Juve

Dionicio Farid Rodriguez Duran, è lui il futuro della Juventus? In Sudamerica e non solo più di qualcuno lo ha azzardato, salvo poi scoprire che questo ragazzo in bianconero non ci ha mai giocato. È l’incredibile storia di un 19enne messicano che, sul proprio account Instagram, ha inventato una vita completamente falsa da giocatore della Juve. Una serie di fotomontaggi di lui con addosso la maglia bianconera e in compagnia dei ragazzi della Primavera di Baldini che hanno finito per ingannare anche i giornalisti del suo Paese: una foto di gruppo dopo l’allenamento, in cui ha sostituito con grande maestria il volto di João Serrão con il suo, un’altra di schiena – con la maglia numero 17 sulle spalle (nella realtà ‘proprietà di Di Pardo) – in cui festeggia la sua rete in Youth League nel 3-1 ai danni dell’Oympiacos, scrivendo nel post “felicissimo per il mio primo gol con questa maglia e per la nostra prestazione”, e poi tante altre in cui è riuscito a nascondere la verità e prendersi gli onori della gloria. Onori che in Messico gli hanno riservato un po’ tutti, dalla stampa che lo ha celebrato con interviste per ripercorrere le sue prime orme in Europa, video e titoloni in prima pagina, per finire ai più piccoli tifosi che non hanno perso occasione per chiedergli selfie e autografi, credendo di avere davanti uno dei più grandi talenti del calcio mondiale. Tra le tante bugie dette non poteva mancare poi il falso curriculum, arricchito dalle sue esperienze passate con il Club Lobos Fuerzas Básicas e, soprattutto, con i Pumas. La fama della sua ‘seconda’ identità è cresciuta esponenzialmente grazie ai suoi canali social, con 16 mila follower pronti a seguirlo in ogni passo, ma è stata proprio questa viralità a permettere di smascherare l’inganno. L’account è stato chiuso, mentre il giovane ragazzo ha fatto perdere le sue tracce.

Fonte: SkySport

Commenti