Storico Madagascar, prima volta in Coppa d’Africa

Storico, stoico ed eroico: il Madagascar vola alle fasi finali della Coppa d’Africa per la prima volta nella storia. Decisivo un gol di… Nijva Rakotoharimalala. “Come?”. Tranquilli, nessun errore, è tutto vero. Non è un refuso e nemmeno una svista della tastiera, bensì il nome del match winner nel match contro la Guinea Equatoriale: 1-0 e via, il Madagascar vola in Coppa d’Africa, la prima nazionale a staccare il pass per la fase finale (insieme al Camerun, già qualificato in quanto paese ospitante). La squadra di Dupuis è prima nel girone con 10 punti, ne ha tre di vantaggio sul Senegal di Keita Balde e Koulibaly (con cui hanno pareggiato 2-2 nell’ultimo turno). 

Il Madagascar dei calciatori… impronunciabili! 

Rakotondrazaka e Razakanantenaina. NomenjanaharyRandriambololona. Senza contare Rakotoharimalala. Ok, la finiamo qui, perché potremmo continuare ancora per un po’. Il Madagascar vola in Coppa d’Africa e i telecronisti si disperano, perché pronunciare nomi così è davvero complesso. Marco Ilaimaharitra, ad esempio, gioca in Belgio con il Charleroi, è nato in Francia ma ha il cognome del padre, difficile da dire. Sicuramente lo chiameranno per nome o con un nickname. A giugno, però, questi giocatori rappresenteranno il proprio paese in Coppa d’Africa per la prima volta, un exploit che inizia da lontano: molti giocatori militano in Francia (il Madagascar era una colonia francese, ha ottenuto l’indipendenza nel 1960) e hanno acquisito un’esperienza europea. Anche l’allenatore – Nicolas Dupuis – è francese. Progettualità e costruizone. I telecronisti si disperano, il Madagascar fa la storia. 

Fonte: SkySport

Commenti