Muore di cancro, Özil saluta il piccolo Charlie

Una notizia che fa male e che rattrista l’Inghilterra intera: il piccolo Charlie Middleton non ce l’ha fatta. A soli 12 anni, il giovanissimo tifoso dell’Arsenal ha perso la sua battaglia contro il cancro, arrendendosi dopo mesi vissuti comunque con il sorriso, passati al fianco dei suoi idoli di sempre. Uno su tutti Mesut Özil, che nell’ultimo periodo lo ha preso sotto la sua ala, concedendogli la possibilità di sfilare con lui in campo (emozionante la scena durante la finale della FA Cup del 2017 vinta dall’Arsenal contro il Chelsea) e fornendogli tutto il supporto possibile. Rapporto speciale tra i due, nato da una passione comune: il calcio. E oggi, alla notizia della scomparsa di Charlie, il tedesco ha voluto dedicargli un sentito post su Instagram, accompagnato dalle diverse foto scattate insieme: “Che notizia triste venire a sapere che il mio amico e il grande tifoso dell’Arsenal Charlie è morto dopo la sua lunga battaglia con il cancro – ha scritto il fenomeno dei Gunners – Riposa in pace, ci mancherai tanto”. Il piccolo Charlie aveva un cancro al cervello e uno alla colonna vertebrale. Sconfitta la prima volta, la malattia si è poi ripresentata in maniera più accentuata nell’aprile del 2017. Il tifoso dell’Arsenal, mentre faceva i conti con la chemioterapia nel 2011, ha potuto sempre contare sull’appoggio di Özil, che lo ha invitato anche a seguire dal suo box tutte le partite giocate dall’Arsenal all’Emirates, permettendogli di incontrare i giocatori prima di ogni gara.

Fonte: Sky

Commenti