Barnsley, portieri ko: ne prende uno per 7 giorni!

Il calcio inglese, affascinante per passione, storia e… curiosità. Già, perché le cose più bizzarre si registrano proprio nella patria del calcio. E più scendi di categoria, più ti capita di sconfinare nell’innimaginabile. Ne sanno qualcosa i tifosi del Barnsley, che nella stagione 2007-2008 vissero un qualcosa di straordinario. La squadra infatti, che non vede la Premier dal 1997-1998, si rese protagonista di una cavalcata straordinaria in FA Cup, dove eliminò prima il Liverpool ad Anfied agli ottavi e poi il Chelsea ai quarti per cedere infine in semifinale contro il Cardiff City. A questi giro il primo turno è stato passato abbastanza agevolmente grazie al netto 4-0 rifilato al Notts County. E in campionato, dopo la retrocessione dell’anno scorso in League One, la classifica dice quarto posto a quota 31 punti, con soltanto tre sconfitte nelle prime diciassette partite. Il prossimo impegno sarà la trasferta sul campo dell’Accrington settimo in classifica.

“Scusi, mi può prestare un portiere?”

Ma c’è un problema: manca un portiere. O meglio, mancava. Già, perché il primo – Davies – è stato convocato dal Galles, mentre il secondo – Walton – è indisponibile a causa della rottura del crociato rimediata martedì in allenamento. Fortunatamente il regolamento inglese non è rigido come quello di altre federazioni. Tanto da permettere ad una squadra di poter acquistare in prestito un determinato giocatore anche a stagione in corso. E, soprattutto, anche per pochi giorni. Il Barnsley, quindi, ne ha approfittato e ha consegnato la porta a Jordan Smith, numero uno del Nottingham Forest, che si unirà ai propri compagni per sette giorni. Giusto il tempo di far tornare Davies dal Galles: “E’ una sfortuna che entrambi i nostri portieri siano indisponibili contemporaneamente, ma queste situazioni possono accadere nel calcio. Questo fine settimana – ha spiegato l’ad del club Gauthier Ganaye – abbiamo una partita importante e in porta avremo un grande giocatore. E so che Jordan non vede l’ora”. Particolarità incredibili, che solo in Inghilterra possono accadere. Questo, infatti, non è stato l’unico caso. Un mese fa una disavventura del genere capitò anche al Matlock Town, club dilettantistico che si ritrovò improvvisamente senza 13 giocatori a causa di numerosi infortuni, tanto da puntare tutto su Terry Fleming, ex professionista ora 45enne ed attualmente assistente della stessa squadra.
 

Fonte: Sky

Commenti