Benevento- Pisa 5-1: manita della Strega. Caserta può sorridere

La sfida col Pisa è la prima delle otto finali, così definite, che diranno se il Benevento approderà direttamente nell’Olimpo del calcio o se dovrà farlo attraverso il supplemento dei playoff. Andiamo con ordine, però, oggi c’è il Pisa di mister D’Angelo, avversario ostico che ha la migliore difesa della categoria. Infortunati Foulon e Glik, Letizia agirà sulla corsia difensiva sinistra, mente a destra c’è Elia. I centrali Vogliacco e Barba. Mediana formata da Calò in cabina di regia e Ionita e Acampora ai suoi lati. Tridente offensivo costituito da Insigne, Forte e Improta. Ospiti alle prese con le assenze di Hermannsson, Lucca e Marin, ma in attacco si affidano alla coppia SibilliTorregrossa con Benali a ridosso. Chiavi del centrocampo affidate a Nagy.

Ad arbitrare il match sarà il signor Antonio Di Martino

La gara

Ci prova subito il Benevento con un tiro dalla distanza di Acampora dopo 2′, ma il portiere del Pisa devia in corner. Vantaggio della Strega al 3′ con Ionita, il quale approfitta di una respinta corta di Birindelli e scaraventa il pallone in rete. Al 5′ un traversone di Mastinu si stampa sulla traversa e per poco non beffa Paleari. Reattivo Paleari al 9′, che toglie dall’incrocio dei pali un colpo di testa di Leverbe su angolo di Benali. Gara vibrante. È Birindelli che calcia alto dopo una respinta corta di Paleari al 15′. Ritmo piacevole e non c’è pausa: cross di Letizia al 18′ per la testa di Insigne che impegna Nicolas. Ancora Benevento pericoloso con un tiro a giro di Insigne al 31′, ma il pallone esce di poco fuori. Raddoppio che arriva al 32′: azione insistita di Acampora che penetra in area di rigore e mette un pallone al centro che Caracciolo devia nella propria porta. Bravo Paleari al 40′: il portiere si fa trovare pronto su un tiro scoccato da Sibilli. Forte sfiora il 3-0 con un colpo di testa al 42′.

Nella ripresa la terza rete arriva con  Improta al 49′, bravo a superare di testa Nicolas approfittando di un cross di Insigne. Forte manda alto al 54′ colpendo il pallone di testa, ma in maniera scoordinata. Pisa che si sbilancia e Benevento che prova ad approfittare degli ampi spazi concessi. Sfiora il poker Forte al 63′, ma è bravo Nicolas a deviare la conclusione dell’attaccante. Poker servito al 69′: Forte devia di testa un cross di Improta. Punizione a giro di Calò al 73′: pallone di poco a lato. All’85’ Moncini si fa ipnotizzare da Nicolas. Il Pisa trova il gol della bandiera con Puscas all’88’ ben imbeccato da Masucci. Cinquina del Benevento con Tello: all’88’ Calò gli serve un pallone che il colombiano controlla e insacca in rete di forza. La Strega si aggiudica tre punti molto importanti, rifilando una cinquina alla migliore difesa del campionato.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.