Superclasico a Barcellona, Madrid o in Brasile?

L’ufficialità della Conmebol è arrivata qualche giorno fa: “La finale di Copa Libertadores si giocherà fuori dall’Argentina tra l’8 e il 9 dicembre”. La sede? Ancora indefinita, la federazione sta ancora decidendo dove giocare. L’ipotesi Asunciòn – capitale del Paraguay e sede della stessa organizzazione di controllo del fùtbol sudamericano – sembra essere stata accantonata. Quali sono le altre possibilità quindi? Ne abbiamo tre, anche se prima bisognerà attendere l’esito del ricorso del Boca. Il presidente Angelici ha chiesto la sconfitta a tavolino per il River, uno 0-3 per tutto ciò che è accaduto al Monumental il 24 novembre (lanci di pietre, vetri rotti, scontri). Tuttavia, se questa decisione dovesse sorridere al River Plate (quindi nessuna squalifica), il Boca Juniors ha già annunciato di essere disposto a ricorrere al TAS di Losanna. Daniel Angelici, presidente del Boca, è stato abbastanza chiaro nell’ultimo comunicato ufficiale: “Non prendiamo in considerazione l’idea di giocare”. 

Superclasico, tutte le ipotesi su dove si giocherà

Tre le possibilità: la prima è il Camp Nou di Barcellona, un impianto di circa 100mila spettatori e casa del Barcellona. La seconda, invece, prende in considerazione il Santiago Bernabeu di Madrid, casa del Real (81mila posti). Mentre la terza, ultima ma non meno importante, vede protagonista il Brasile, precisamente San Paolo (città più popolosa del paese con più di 11 milioni di abitanti). La finale di ritorno della Copa Libertadores potrebbe giocarsi o al Murumbi (impianto del San Paolo, 77 mila posti) o all’Arena Corinthians (stadio moderno da 40 mila seggiolini inaugurato proprio per il Mondiale brasiliano del 2014). Tutte le altre possibilità come Asuncio, Doha e Miami sarebbero state scartate dalla federazione. L’ufficialità non è ancora arrivata, bisognerà attendere l’esito del ricorso del Boca Juniors. Nelle ultime settimane si era fatto avanti perfino il Comune di Genova, pronto ad ospitare il Superclasico al Ferraris. L’ultima proposta per un River-Boca infinito.

Fonte: Sky

Commenti