Gli interventi di Italo Cucci e Luca Marchetti a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Italo Cucci, giornalista

“Il Napoli deve vincerle tutte e 3 le partite che lo separano dalla sosta di gennaio per tenere in piedi il campionato. Il Napoli deve pensare a se stesso e auguriamoci tutti che non inciampi perchè se sparisce il Napoli, andiamo tutti al mare anticipatamente. Non si può sopportare un campionato che abbia solo una voce e quindi mi auguro che il Napoli tenga duro. I danni maggiori per la squadra azzurra in passato sono arrivati dalle provinciali: ha sempre lasciato punti con i poveri e fatto belle gare con i ricchi per cui mi auguro che Ancelotti sappia cosa fare.

Ciò che sta accadendo alla Roma va fuori da ogni logica, sia in campionato che in Europa. L’Inter non guarisce mai, mentre la Roma non so come possa dare fastidio alla Juve: ci hanno provato in molti in questo campionato, ma è sempre andata male”.

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Luca Marchetti, giornalista

“Napoli è diventata una realtà importante e prima di lasciare Napoli uno come Insigne ci pensa 5 volte, uno come Koulibaly 3 volte.

Uno tra Diawara e Rog può andare via in prestito anche perchè il mercato invernale è quello degli scontenti e su Rog ci sono almeno 4 squadre: Parma, Fiorentina, Schalke 04 e Monaco, tutte squadre ambiziose.

Oliva? Il mercato in entrata del Napoli si basa sulla prospettiva. Sembra un modo di dire, ma è la verità perchè recuperando calciatori come Ghoulam e Meret, la squadra è abbastanza completa per cui si può ragionare sul futuro senza emergenze. Todibo è un giocatore di prospettiva, il Napoli lo conosce molto bene e continuerà a seguirlo. Prima di investire, il Napoli vuole capire bene se un calciatore può entrare a far parte del progetto.

Higuain e Sarri potrebbero ritrovarsi perchè il Chelsea lo vuole. Higuain ha reso molto con Sarri e tra i due c’è feeling. Oltretutto, già in estate Morata stava per andare al Milan”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 340 volte