MILAN-NAPOLI, LE PAGELLE: PRESTAZIONE INDEGNA DEGLI UOMINI DI ANCELOTTI

MERET SV: Incolpevole sui due bei gol del centravanti rossonero Piatek

MALCUIT 6: Uno dei pochi a provarci, per impegno e dedizione soprattutto nel primo tempo, ma senza molto costrutto

MAKSIMOVIC 4: Si perde Piatek sul primo gol, e assieme al suo compagno di reparto, lascia troppo libero di tirare il polacco in occasione della seconda rete,  oltre a commettere diverse sbavature durante tutto l’arco del match

KOULIBALY 4: Oltre a grosse responsabilità sul secondo gol del Milan, commette diversi falli ed ingenuità. Poco concentrato, come d’altronde tutti i suoi compagni di squadra
GHOULAM 4: La copia sbiadita del fantastico giocatore ammirato prima dell’infortunio. Del tutto evanescente in fase offensiva
FABIAN 6: Meglio nella ripresa, quando prende il posto di Allan in mediana. Primo tempo sostanzialmente anonimo.
ALLAN 4: Giocatore svogliato e del tutto fuori dal match. Riuscirà a riprendersi mentalmente dopo le sirene francesi e a tornare quel fantastico giocatore che ha incantato nel girone d’andata?
DIAWARA 5,5: Un po’ meglio del compagno di reparto, se non altro per l’impegno.
ZIELINSKI 5: Ennesima prestazione anonima del polacco, da cui ormai da tempo ci si aspetta sempre il salto di qualità, che puntualmente fallisce. Come stasera.
MILIK 5: Pochi palloni giocabili, ma fa poco per farsi vedere dai compagni.
OUNAS 6,5: L’unico tiro in porta della ripresa è il suo. Cerca di portare un po’ di vivacità, riuscendoci a fasi alterne
INSIGNE 5,5: L’unico a provarci nel primo tempo, anche se avrebbe la palla per il pareggio immediato, ma tira addosso a Donnarumma da posizione favorevolissima. Scompare letteralmente nella ripresa.
CALLEJON SV
MERTENS 4: Chi l’ha visto?
ANCELOTTI 2: Stasera l’eliminazione del Napoli porta la sua firma. L’approccio di una squadra dipende in primis dal suo allenatore e stasera ha fallito. Il suo Napoli non lotta nè per il 1 nè per il 3 posto. Deve preparare poche partite. Questa ne era una ed era fondamentale. Steccare così proprio una delle poche da non sbagliare, è una cosa di una gravità inaccettabile.

Commenti

Questo articolo è stato letto 927 volte