Napoli dalle polveri bagnate nelle recenti trasferte, ultimo gol a Cagliari a dicembre scorso

Cosa accade all’attacco partenopeo quando gioca lontano dal San Paolo? Secondo i  numeri, il Napoli, attualmente soffre tantissimo fuori casa, non riuscendo più a trovare il gol; tra campionato e Coppa Italia, la formazione di Ancelotti non va in rete, in trasferta, da ben 360 e passa minuti, cioè da quattro gare, non avendo segnato nelle tre partite disputate al Meazza e nel match di sabato contro i viola. L’ultima rete è stata  quella di Milik, su punizione, all’ultimo respiro sul campo del Cagliari, il 16 dicembre scorso. In realtà il ruolino di marcia della compagine napoletana, fuori casa,, quest’anno, non è dei più brillanti. Nella speciale classifica delle partire giocate lontano dalle mura amiche il Napoli è quarto con 20 punti conquistasti in 11 gare e 14 reti realizzate, una miseria in confronto ai gol dell’Atalanta che ne  ha messo a segno ben 30. Un risultato non all’altezza dell’undici di Sarri che, proprio in trasferta, si dimostrò una macchina  impressionante, andando a vincere quasi su tutti i campi. Contro i gigliati un’altra gara orfana di gol, tuttavia non è stato tutto da buttare, stavolta le occasioni da gol sono fioccate, ce ne sono state almeno sette e la palla non è entrata per imprecisione di Mertens, ed Insigne e per la grande giornata del Donnarumma francese, ovvero Lafont. Il tecnico di Reggiolo ha ancora l’amaro in bocca per una vittoria mancata per i tropi errori in avanti. Il problema dei gol in trasferta va risolto al più presto. Milik, Mertens, Insigne, Callejon devono aggiustare la mira, onde evitare che questo andazzo diventi cronico. Un vero peccato non aver espugnato il Franchi, perché rimanendo a nove punti dalla vetta, qualche piccola speranzella si poteva anche coltivare!

Commenti

Questo articolo è stato letto 243 volte