Gli interventi di Ciro Troise, Mimmo Malfitano e Carlo Genta a Radio Crc

Quest’oggi ad “Un Calcio alla Radio”, programma in onda su Radio CRC, è intervenuto Ciro Troise, giornalista del “Corriere del Mezzogiorno”, in merito alla partita che si svolgerà domani contro lo Zurigo: “Per questa Europa League immagino in porta Ospina, che ha grande esperienza in merito, nonostante in questi giorni non si sia sempre allenato al massimo per alcuni acciacchi. Domani sera bisogna attaccare e vincere la gara anche con qualche goal in più. L’Europa League ormai è il principale obiettivo, quindi, con molta probabilità, stenteranno a mandare in campo Chiriches, che non gioca da molto. A destra vedo molto più Callejon e Ounas. Allan e Zielinski sono abbastanza certi del loro impiego. Bisogna insistere e dare continuità alla coppia Allan-Fabian. L’unica variante, che non verrà sicuramente attuata domani, è inserire un attaccante a sinistra, con un terzino più bloccato alle sue spalle. Per quanto riguarda Albiol, l’obiettivo è riaverlo per la fine del campionato, quindi all’incirca verso aprile”.

Quest’oggi ad “Un Calcio alla Radio”, programma in onda su Radio CRC, è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista della Gazzetta dello Sport: “ L’insufficienza di Paolo sarà dettata da un insieme di considerazioni. Non è solo il Napoli insufficiente contro la Juventus, ma anche l’Inter, il Milan, la Roma, nonostante queste ultime abbiano fatto degli investimenti importati. Per quanto riguarda gli altri obiettivi, il Napoli sarebbe potuto arrivare con grande tranquillità agli ottavi di Champions, dato il suo comportamento contro grandi squadre. C’è una Juventus che è fuori concorso, se non ci fosse stata il Napoli avrebbe dominato il campionato.  Ha iniziato adesso trattare Lozano e Fornals, ma avrebbe potuto iniziare tali trattative verso Gennaio, senza attendere così a lungo. Ci deve essere chiarezza, De Laurentis ha garantito al Napoli una dimensione europea, quindi dovrebbe esser sincero con i tifosi ed ammettere di aver abbandonato il sogno dello scudetto”.

Quest’oggi ad “Un Calcio alla Radio”, programma in onda su Radio CRC, è intervenuto Carlo Genta, giornalista e conduttore televisivo: “Ogni parametro è passato alla Juventus, diversa rispetto allo scorso. La prima vera stagione di Ancelotti sarà la prossima. È un campionato inesistente quello del Napoli: è secondo, non può arrivare primo né cadere più in basso. Quello che stiamo vivendo è un periodo storico sbagliato per tutti, compreso l’estero. Milan ed Inter hanno una grande capacità di crescita, che al Napoli non si vede ancora. Le trattative con il Napoli, sia in entrata che in uscita, sono sempre più simili ad un’odissea. In questo modo si rischiano anche dei danni collaterali”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 576 volte