Gli interventi di Massimo Filardi, Andrea Mandorlini e Gianluca Monti a Radio Crc

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, è intervenuto Massimo Filardi, ex giocatore del Napoli: “Il Napoli vince, ma Salisburgo squadra pericolosa? Contro la Stella Rossa capitò una cosa del genere. 3-0 è un grande risultato, ma le due ammonizioni andavano evitate. Quella di Koulibaly ci poteva stare, ma Maksimovic doveva stare più attento. Ad un certo punto mi aspettavo una sua sostituzione, anche per stare più tranquilli. Cosa manca a questo Napoli? Se il Napoli vuole vincere deve migliorare nei dettagli. Noi abbiamo perso contro la Juve per i dettagli. Purtroppo ci è già costata la Champions. Meret migliore in campo? Se vincevi 3-0 e il migliore è Meret forse c’è un problema (scherza ndr). Certo ha fatto una parata importante. Tecnicamente è un fenomeno, gli manca solo un po’ di struttura fisica che acquisirà col passare del tempo. Poi c’è un Fabian Ruiz che si conferma su ottimi livelli”.

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, è intervenuto Andrea Mandorlini, allenatore: “Ieri il Napoli è stato bravo. Saltava questo pressing asfissiante con verticalizzazioni e ha fatto male spesso e volentieri. Poi sono venuti  a galla i difetti del Salisburgo. Credo che De Zerbi verrà a prenderli alti. Il Napoli sta bene ed è motivato. Verdi e Diawara?  Il Napoli è nelle mani di un grandissimo allenatore. Se fa altre scelte in questo momento, di certo non va. Il valore del Napoli è altissimo nei tre davanti e nei tre in mezzo al campo. Al Napoli si fa fatica a giocare, serve avere qualcosa davvero in più, che in questo momento i giocatori appena nominati non hanno. Verdi ha qualità e ci vorrà tempo, ma se Ancelotti fa queste scelte va bene”.

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, è intervenuto Gianluca Monti, giornalista de La Gazzetta Dello Sport: “Soprendersi di Ancelotti sottolinea tutti i miei limiti da giornalista. Non me lo aspettavo. Non avevo dubbi sulla bravura Ancelotti, ma il Napoli veniva fuori da 3 anni di Sarri. Ancelotti ha saputo modellare anche quel gruppo. Il Napoli è vero che ha 13 punti in meno, ma è pur vero che quello che ha fatto il Napoli l’anno scorso difficilmente vedremo. Dopo Mourinho tutti hanno fatto fatica ad inserirsi, pensavo potesse capitare la stessa cosa e, invece, Ancelotti ha fatto benissimo. Mertens? È un 9 con i piedi da 10. Può giocare da prima punta come ha fatto con Sarri, può giocare anche da 10 come ha fatto ieri sera ”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 292 volte