Pedullà: “Insigne ancora a Napoli? Ci metto una mano e 3/4. Ibra e Balotelli non sono operazioni da Napoli”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alfredo Pedullà, giornalista

“Metterei una mano e ¾ sulla permanenza di Insigne al Napoli e non perchè penso che vada via a fine stagione, ma perchè nel mercato tutto è possibile e non si può escludere nulla. Lozano starebbe bene anche con Insigne in rosa per cui il suo eventuale arrivo non determinerebbe la cessione del capitano.

A distanza di un anno possiamo certificare che il campionato del Napoli è finito troppo in fretta. Sarri aveva ragione sulla rosa, ma se domani Ounas segna, tutti cambiano parere. Ounas è un ottimo talento, ma la risposta arriverà dal prossimo mercato del Napoli: capiremo se chi giocava poco con Sarri sarà bocciato anche da Ancelotti.

Ibrahimovic? Tranne rare eccezioni, il Napoli operazioni del genere non le fa mai. Il ragazzo ha quasi 38 anni. L’operazione Balotelli dal punto di vista economico e tecnico è in antitesi rispetto alla politica del Napoli.

Il centravanti è un finto problema perchè Milik è un signor attaccante e tra l’altro è uscito da solo dal momento negativo. Poi, che possa arrivare un esterno offensivo e un altro attaccante ci sta anche perchè il Napoli deve fare una valutazione anche su Verdi.

Piuttosto che prendere un 33enne, la filosofia del Napoli va a cercare il nuovo Koulibaly e quindi un giovane di talento che possa crescere”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 483 volte