Gli interventi di Stephan Schwoch, Costanzo Celestini e Franco Janich a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Stephan Schwoch, ex calciatore

“Mertens-Milik? È un bel dubbio, tutti gli allenatori vorrebbero avere questi problemi. Poi restano da valutare le condizioni di Insigne. Chiunque andrà in campo farà bene, Milik ha una media gol molto alta: rispetto a Mertens ha meno tecnica ma dà l’opportunità di tener palla e far salire la squadra, interrompendo una prevedibile pressione dell’Arsenal. Ancelotti non farà valutazioni sulle ultime partite, ma sulla condizione generale del gruppo. Il mister di campioni ne ha visti tanti e gli basta uno sguardo per capire chi è in forma. Mi sarebbe piaciuto giocare con Mertens o Insigne perché ero una prima punta.”

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Costanzo Celestini, allenatore

“Qualche calo di tensione in campionato ci può stare, la mente dei calciatori è sull’Europa League. La distanza dalla Juve toglie motivazioni e le prestazioni di qualche giocatore non sono di conseguenza all’altezza. Allan? Sta facendo un po’ di fatica, nel centrocampo a due deve essere quello che recupera palloni. Il cambio di modulo forse gli ha creato qualche problema di adattamento, ma resta un calciatore forte e importante. Chissà che valore De Laurentiis ora dà a questa Europa League, a dispetto di qualche dichiarazione fatta in passato. La Juve vincerà altri scudetti, anche se il Napoli ha bisogno di vincere prima in Italia che in Europa. Prima le coppe erano per i campioni d’Italia, oggi le squadre lottano per il quarto posto che a livello economico vale molto: così non c’è mai competizione”.

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Franco Janich, dirigente

“Arsenal-Napoli? Gli azzurri devono sfruttare le loro qualità e soprattutto i difetti dei Gunners. Gli inglesi giocano molto sul piano fisico, il Napoli deve andare palla a terra con velocità. Empoli e Genoa? Il Napoli sa come venirve fuori. Koulibaly? Se fossi un dirigente lo prenderei di corsa. Certo anche lui che è lo stopper principale ha bisogno di aiuto, serve chi gioca bene la palla che lui recupera. Milik? Può favorire, con la sponda, le seconde palle in area dell’Arsenal a favore di Mertens o Insigne. La forza fisica sarà un fattore.”

Commenti