PALLANUOTO – Domani a Casoria Rari Nantes Napoli-Frosinone

Il girone di ritorno del campionato di serie B di pallanuoto entra nel vivo con la quarta giornata, l’ultima prima della sosta per le festività pasquali. Per la Cargomar Rari Nantes Napoli il calendario propone la sfida con la Rari Nantes Frosinone, formazione che occupa la quinta posizione in graduatoria e che è in piena bagarre playoff. Si gioca alle 13 di domani, sabato 13 aprile, nella piscina Alba Oriens di Casoria.
Se i ciociari hanno un punto di ritardo dalla zona spareggi, anche se la sconfitta casalinga nell’ultimo turno col Villa York ha complicato le cose in classifica, diversa è la situazione in casa partenopea. Sono 10 i punti da recuperare per la Rari rispetto al drappello delle penultime, anche se l’obiettivo realistico per Ciniglio e soci è diventato ormai quello di provare a cancellare, se non altro, il segno meno in classifica.
All’andata, lo scorso 2 febbraio, il match si è concluso con l’affermazione del sette frusinate col punteggio di 12-5. In quell’occasione i biancocelesti hanno giocato bene due tempi su quattro, quelli centrali, pagando un tributo pesante sia in avvio che in chiusura di partita.
“Siamo alle prese con i consueti problemi di formazione, probabile che anche in questo caso non avrò a disposizione tutti i ‘senior’ anche se potrebbe esserci qualche novità rispetto alle ultime uscite”, annuncia coach Elios Marsili. “Ci troveremo di fronte una squadra, il Frosinone, che mi ha ben impressionato all’andata, ben attrezzata e che ha tutte le carte in regola per centrare l’obiettivo playoff. Il presidente ha origini napoletane e ha chiamato Rari Nantes la sua società in onore del nostro circolo, circostanza che indubbiamente ci ha fatto piacere. Sarà un match difficile, l’ennesimo di questa stagione, ma proveremo ad affrontarlo con entusiasmo e senza nulla da perdere”.
La sfida tra Cargomar Rari Nantes Napoli e Rari Nantes Frosinone, valevole per la quarta giornata di ritorno del campionato di serie B, girone 3, sarà diretta dall’arbitro Vildacci, della sezione campana; commissario Rotunno.

Commenti

Questo articolo è stato letto 641 volte