Gli interventi di Beppe Incocciati e Gianni Ambrosino a Radio Crc

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Beppe Incocciati, doppio ex di Napoli e Atalanta: “Insigne al Milan con Sarri? Adesso è periodo di fake news, quindi non darei tanto peso. Le avvisaglie, comunque, ci sono, anche da parte degli stessi interessati. Non è una novità che Insigne abbia aperto dei dubbi alla sua permanenza a Napoli. Arrivare sempre secondi e non vincere mai, incide tantissimo sulle scelte di un calciatore. E’ contestato tanto per le sue dichiarazioni e per il suo atteggiamento. Tutti i calciatori, piccoli o grandi, hanno dovuto accettare le critiche. Anche Maradona e Careca sono stati criticati, non vedo perché Insigne non possa tollerare alcune polemiche mosse contro di lui. Le critiche si vincono con le grandi prestazioni, bisogna essere forti in queste circostanze, dimostrando di saper trasformare la rabbia in qualità. Se vengono meno le motivazioni, è giusto che un calciatore venga lasciato andar via. Suso è molto bravo, ma tende un po’ a nascondersi anche lui nei momenti clou. Napoli-Atalanta? I bergamaschi inseguono la Champions, mentre il Napoli potrebbe qualificarsi matematicamente in Europa”. 

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Gianni Ambrosino, direttore di Canale21: “Io con De Laurentiis non ho mai litigato. Ci conosciamo da molto prima che diventasse presidente del Napoli. C’era una buonissima conoscenza, poi non lo so perché sono stato tacciato come nemico pubblico dell’ambiente. Al Napoli di questa stagione do un 5 in pagella. L’anno scorso ci divertimmo fino all’ultima giornata, mentre quest’anno stiamo vivendo una stagione anonima. Fuori da tutte le competizioni, con venti punti di distacco dalla prima: come si fa a dire che sono stati raggiunti tutti gli obiettivi. Il Napoli a gennaio ha dato giustamente il via libera alla cessione di Hamsik, lasciando però il centrocampo sguarnito. Non si reggono sulle gambe in mediana e questo Napoli è molto stanco. Trovo indecente dire che abbiamo fatto meglio dell’anno scorso: la stagione non è fallimentare, ma neanche sufficiente. Se avessimo superato questo turno di Europa League, invece, la stagione avrebbe preso un altro colore. Quale sarà il futuro di questa squadra? Sento parlare di giovani, ma chi sono questi giovani? Ounas, Diawara, Rog? Sono scettico”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 636 volte