Napoli, prima le cessioni: possibile tesoretto da 100mln

Bisogna prima vendere. E’ il messaggio ricorrente di Aurelio De Laurentiis, in tutte le ultime interviste, in merito a questa prima fase del mercato estivo. Il club ha definito l’arrivo di Giovanni Di Lorenzo, laterale destro classe ’93, anticipando i tempi per non farselo soffiare dalla concorrenza visto l’ottimo rapporto qualità prezzo – l’affare s’è concluso per circa 9mln di euro – ma rappresenta un’eccezione. Prima di ulteriori tasselli, l’attaccante ma anche un terzino sinistro alterativo a Ghoulam e due centrocampisti, bisogna cedere i bocciati di Ancelotti ed i tanti esuberi di ritorno dai prestiti. Non una missione così complessa, visto che si tratta di giocatori di livello e che hanno mercato, ma che il Napoli non intende svendere per accumulare quel tesoretto poi da reinvestire (per gran parte per un attaccante).

Con l’ingresso di Di Lorenzo è in uscita Hysaj, ad una cifra che dovrebbe essere quantomeno del doppio viste le offerte ricevute in questi anni. Stesso discorso a sinistra con un rinforzo che libererebbe Mario Rui. A centrocampo i rinforzi potrebbero essere due, alle spalle di Allan e Zielinski, ma prima bisogna monetizzare dalle cessioni di Diawara e Rog, per non meno di una trentina di milioni – rientra anche Grassi dal Parma – ed in attacco il club non valuta offerte sotto i 20mln per Simone Verdi e Roberto Inglese, di ritorno da Parma, senza dimenticare il ’96 Ounas, il ’95 Vinicius ed eventualmente Younes. Senza dimenticare il portiere Sepe. Ed il Napoli fino al ritiro di Dimaro sarà focalizzato principalmente sulle cessioni, per evitare che Ancelotti cominci la stagione con giocatori già bocciati, alcuni che non hanno convinto del tutto, e soprattutto per sbloccare poi le entrate – senza ricorrere al sacrificio di pezzi pregiati – formando un tesoretto di circa 100mln con una metà da riversare su un attaccante.

Fonte: TMW

Commenti

Questo articolo è stato letto 495 volte

avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu