Llorente, il fratello: “Gol pesante, è felicissimo. Amore a prima vista con i tifosi”

È bastato poco, pochissimo a Fernando Llorente per entrare nel cuore dei tifosi del Napoli e imporsi come uno dei nuovi idoli della tifoseria azzurra. Esattamente 46 minuti per mostrare le sue capacità tecnico-tattiche, mixate all’esperienza europea e ad una freddezza inverosimile: un assist (a Mertens contro la Sampdoria) e un gol, il primo in maglia azzurra, al San Paolo, in Champions League, contro il Liverpool, davanti ai suoi tifosi. Gol dal valore inestimabile se si pensa che lo scorso anno, sempre contro i Reds di Jurgen Klopp, il Napoli uscì ai gironi di Champions League per un solo gol, per la differenza reti. Ieri ci ha pensato Fernando di Pamplona a mettere il suo zampino sul 2-0 del Napoli e, perché no, a regalare un pizzico di convinzione europea ai suoi compagni di squadra che ora, a meno di clamorosi risvolti, avranno la strada in discesa per la qualificazione agli ottavi di Champions League, Salisburgo e Genk (prossime tre gare) permettendo.

Il gol nei minuti di recupero, su assist involontario di Van Dijk, ha anche il sapore di una piccola rivincita perché era solo il 1° giugno quando Llorente vedeva trionfare i cugini del Liverpool al Wanda Metropolitano e alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie.

È stato il primo gol con il Napoli che ha fatto scoppiare definitivamente l’amore tra Nando e i suoi nuovi tifosi che, verosimilmente, avranno già dimenticato il passato italiano, a tinte bianconere, del gigante spagnolo. E forse lo hanno dimenticato perché ieri sera, inaspettatamente, Llorente ha esultato baciando la maglia del Napoli, gesto che vale oro per chi i colori azzurri li sente come seconda pelle.

calcionapoli1926.it, ha contattato, in esclusiva, il fratello di Llorente, Jesus, che ha spiegato i motivi del bacio e le aspettative stagionali:

Fernando ha cominciato molto bene con il Napoli, ieri ha trovato il suo primo gol in maglia azzurra. Cosa ne pensi di questo inizio? “Siamo molto contenti, è stato un gol pesante. Tra Fernando e i tifosi è stato amore a prima vista, lui è molto felice”.

Dopo il gol ha esultato baciando la maglia del Napoli, un gesto molto importante per i tifosi. È stato un gesto istintivo? “I tifosi del Napoli sono speciali, la gente è molto affettuosa e Fernando avverte questo amore. Sì è stato istinto, è un gesto d’affetto”.

Nando sarà molto utile ad Ancelotti perché ha tanta esperienza. Pensi, e speri, che avrà spazio anche come titolare o è più un attaccante da secondo tempo, come è successo in queste prime due gare? “L’importante è che sia sempre pronto a giocare il tempo che Ancelotti gli concede e aiutare la squadra a vincere. Questa è la mentalità vincente”.

Fonte: WWW.CALCIONAPOLI1926.IT

Commenti

Questo articolo è stato letto 659 volte