Gli interventi di Stefano Borghi, Roberto Cravero, Mario Somma, Xavier Jacobelli e Luca D’Angelo a Radio Marte

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Stefano Borghi, giornalista

“Contro il Lecce ho l’impressione che Ancelotti farà grande turnover perchè da inizio campionato ad oggi, il Napoli non si è mai fermato. E’ vero che c’è stata la sosta, ma per i top club le soste sono solo un problema perchè i giocatori non si riposano, ma anzi viaggiano anche di più. E’ difficile preparare la formazione in partite come Lecce-Napoli perchè ci sono tante variabili possibili, ma Ancelotti ha una varietà di soluzioni ed interpreti da poter permettere di cambiare uomini di partita in partita.

Fabian Ruiz è un giocatore totale, è vero che da interno pare si esalti di più, ma è già ad un ottimo livello e progredirà ulteriormente.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Cravero, ex calciatore

“Lecce-Napoli? Non posso pensare che il Napoli prenda la gara sotto gamba: ci sono troppi giocatori di esperienza per commettere un errore simile. Il Napoli ha la consapevolezza di aver fatto qualcosa di grande col Liverpool, ma poi il campionato e la Champions continuano. Il Lecce l’ho visto giocare, mi ha fatto una bellissima impressione. Liverani mi piace perchè non cambia fisionomia alla squadra anche se va in svantaggio. Il Napoli è indecifrabile perchè non sappiamo che formazione possa mettere Ancelotti in campo, ma spero di vedere Elmas che mi piace tanto,ma non l’ho ancora visto dal vivo.

Il Napoli ha sempre rincorso ed essere in testa non solo aumenta la fiducia e dà certezze, ma se davvero dovesse fare il salto e superare la Juve in classifica, la squadra bianconera avrebbe la pressione di rimontare.

Giornalisticamente si può affiancare qualsiasi giocatore a Maradona per presenze e reti, ma come lui nessuno più”.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mario Somma, allenatore

“Non farei ampio turnover a Lecce perchè al Napoli servono 3 punti, al di là degli interpreti. Le prestazioni sono eccellenti e i risultati non devono venire meno. Mertens lo terrei in campo perchè ha una vena realizzativa incredibile.

Al Napoli mancano solo due cose per essere considerata una big a livello europeo: un grande risultato ed un centro sportivo di proprietà. Quando De Laurentiis riuscirà a raggiungere questi due obiettivi, il Napoli sarà considerata una grandissima squadra europea. Il mercato del Lecce è stato funzionale alle idee di Liverani per cui il Napoli dovrà aspettarsi una squadra organizzata e agguerrita. Il calcio però è fatto di duelli e se su 10 duelli ne vinci 6 inevitabilmente poi vinci la partita”.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Xavier Jacobelli, direttore di Tutto Sport

“Bisogna rimarcare la grandezza dell’impresa del Napoli in Champions e la capacità della formazione azzurra di sconfiggere al debutto il Liverpool. Il risultato riflette una uova consapevolezza del Napoli e la vittoria è frutto anche del lavoro svolto dalla società sul mercato: qualitativamente il Napoli si è rinforzato ed è bello che tra i migliori ci sia Di Lorenzo, un italiano.

Dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo, diversi grandi giocatori stranieri hanno deciso di approdare in Italia. Che il calcio italiano stia tonando ad esercitare un grande appeal a livello internazionale è assodato, ma ci sono ancora delle criticità da risolvere. Gli stadi ad esempio: l’Italia è in ritardo e poi la questione della lotta al razzismo deve essere intensificata. Nel frattempo, godiamoci le nostre italiane protagoniste in Champions League. L’avvio è stato esaltante per il Napoli che credo si divertirà molto sia in campionato che in Champions”.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luca D’Angelo, amministratore delegato dell’ippodromo di Agnano

“Radio Marte da anni affianca l’ippodromo di Agnano nelle giornate particolari di festa, di sport e di spettacolo. Anche domenica sarà con noi in occasione del 92esimo derby del Trotto Memorial Luciano De Crescenzo.

Mertens a Lecce lo farei riposare anche perchè non è più giovanissimo e lo riserverei per le gare più complicate. Sarri alla Juve ha forse scombussolato un pò l’ambiente e creare ulteriore scompiglio con una serie di vittoria potrebbe fare solo bene al Napoli”

Commenti

Questo articolo è stato letto 744 volte