EDITORIALE – Napoli: Un’ emergenza (difensiva) nata in estate!

Settembre è oramai passato, e questa prima fase di stagione ci ha mostrato un Napoli altalenante, capace di battere il Liverpool campione d’Europa tra le mura amiche, ma poi di perdere i tre punti col Cagliari e rischiare maledettamente contro il Brescia, sempre giocando in casa. Proprio l’ultima sfida, quella con le rondinelle, ha lasciato più di una perplessità nell’ambiente, sia per questioni meramente di campo (regalato per l’ennesima volta un tempo agli avversari) sia per questioni legate alla rosa, infatti, dopo l’espulsione di Koulibaly nella gara contro il Cagliari ieri abbiamo dovuto subire l’infortunio di Maksimovic (già acciaccato, ma utilizzato per questioni tattiche) unitamente all’affaticamento di Manolas, sostituito in via precauzionale. A causa di ciò, il Napoli si ritroverà ad affrontare il Genk in coppa, ma soprattutto il Torino Domenica in trasferta, in grandissima emergenza difensiva, e quest’ultima sfida riveste un’importanza notevole in quanto, visto lo scontro al vertice tra Inter e Juve, una vittoria permetterebbe agli uomini di Ancelotti di rosicchiare dei punti almeno ad una delle due compagini che, al momento, occupano le prime piazze della classifica. Dispiace rimarcarlo, ma non si può fare a meno di pensare quanto il Napoli abbia sbagliato in estate a cedere Chiriches, senza di fatto sostituirlo, errore di valutazione davvero grossolano fatto da società ed allenatore, che potrebbe segnare in modo negativo il campionato, ed è un vero peccato in quanto, con tutte le big che hanno effettuato un cambio d’allenatore, il Napoli doveva sfruttare l’occasione della sua continuità tecnica completando la rosa in modo adeguato. Purtroppo, come spesso accaduto gli anni passati, ciò non è avvenuto, e non ci riferiamo solo al discorso del difensore da acquisire per sostituire il partente Vlad, ma anche a quella punta da 30 gol promessa e mai acquistata o a quel regista che avrebbe consentito a questa squadra di  schierarsi con il 4-3-3,  modulo che sembra essere davvero tagliato per la composizione della rosa attuale. Peccato, perchè la possibilità economica per completare l’organico adeguatamente c’era, però le cose sono andate in modo differente, ma come spesso si dice ” c’è sempre il mercato di Gennaio”, ed allora ci permettiamo di suggerire l’acquisto di Tonali, regista giovane, bravo ed “abbordabile” , che potrebbe fare davvero al caso nostro, però ci rendiamo conto che è difficile farsi ascoltare da una società a cui il suo mister da un 10 pieno per il mercato, nonostante tutto…

Commenti

Questo articolo è stato letto 1235 volte