Gli interventi di Dario Di Gennaro, Paolo De Paola, Gianni Di Marzio, Antonio Capone e Paolo Tramezzani a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Dario Di Gennaro, giornalista

“Non credo che il Napoli darà continuità a Milik nonostante abbia segno in Nazionale e anche in campionato contro il Verona. Non mi pare tra l’altro che Ancelotti in questo scorcio di stagione abbia tenuto conto di strisce positive o di exploit di giocatori per cui contro il Salisburgo può certamente fare un’eccezione, ma immagino che mercoledì giocheranno Llorente e Mertens in attacco. 

Il Salisburgo è la squadra più difficile da affrontare soprattutto in un momento in cui il Napoli non è brillante. Bisognerà affrontarli con grande tecnica e attenzione”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Paolo De Paola, giornalista 

“Contro il Salisburgo farei giocare Milik e Insigne perché hanno motivazioni importanti. Il polacco deve giocare per ritrovare se stesso mentre il napoletano deve giocare per superare i mal di pancia acuiti dalle dichiarazioni improvvide di De Laurentiis. Da sotto punta, tra l’altro, Insigne mi ha convinto e pure se a lui non piace questo ruolo, in quella zona del campo può essere efficace. Deve adattarsi a questo ruolo anche perché ha il piede della rifinitura e per la genialità del tocco, il suo ruolo naturale è quello di rifinitore. 

Contro il Verona, il Napoli non è guarito anche perché il migliore è stato Meret e questo significa che la squadra ha sofferto”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore

“Al di là della vittoria, mi preoccupa che il Napoli non abbia gioco. Non sono soddisfatto, questa è una squadra incompiuta. 

De Ligt ha commesso un errore tecnico, non voleva fare quella giocata e quindi per me era rigore.

Mano male che c’è Di Lorenzo, soprattutto con l’assenza di Mario Rui e Ghoulam. Domani dovrà adattarsi a giocare sulla sinistra dove spinge naturalmente di meno.

Il Napoli è in condizione di fare gol, ma deve fare anche attenzione all’attacco del Salisburgo che fa gol. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Antonio Capone, ex attaccante

“Il Napoli è incompiuto perché ha dei momenti di gioco positivi, ma anche tanti altri negativi. Troppi contropiede prendiamo e va bene cambiare, ma non troppo. Poi, il Napoli ha buoni giocatori, ma non fuoriclasse e senza fuoriclasse non si vince. 

Milik si è sbloccato in Nazionale, ma è un attaccante che segna sempre con le piccole: con le grandi raramente incide. Il Salisburgo non è un top club e quindi potrebbe anche giocare, bisogna fare attenzione a questa squadra che corre, subisce un pò, ma segna anche tanto”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Paolo Tramezzani, allenatore

“Contro il Salisburgo, le scelte di Ancelotti partiranno da dietro: da Di Lorenzo e Malcuit e da qui organizzerà la squadra. Non rinuncerei mai ad uno come Insigne, ma con la rosa del Napoli, Ancelotti può anche permettersi di cambiare volto alla squadra anche in base all’avversario. 

Ghoulam è un giocatore importante e collaudato e quando perdi una pedina del genere, poi ti trovi ad adattare un esterno su quella fascia, ma anche il centrocampo subirà necessariamente uno scossone”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 698 volte