LA PARTITA – Lazio-Napoli 1-0, gli azzurri perdono all’Olimpico

iIl Napoli perde all’Olimpico contro la Lazio 1-0,  errore di Ospina e autogol di Di Lorenzo.

PRIMO TEMPO

Primo quarto d’ora con il Napoli che fa fatica a trovare spazi in fase di costruzione, più sicuro invece in fase difensiva nonostante la Lazio si rende sempre pericolosa ogni volta che attacca. Al 29′ calcio di punizione per il Napoli, la batte Insigne e c’è un grande parata di Strakosha che è costretto a spedire in calcio d’angolo. Al 33′ Allan prova una conclusione dalla distanza, ma il pallone termina alto. Al 42′ si rende pericolosa la Lazio con Milinkovic da fuori area ma Ospina para in due tempi; poco dopo ancora Milinkovic vicino al gol ma questa volta è Di Lorenzo a salvare sulla linea. Al 45′ l’arbitro assegna 1 minuto di recupero e al 47′ termina il primo tempo.

SECONDO TEMPO

Lazio imprecisa in numerose occasioni, ma il Napoli non sa approfittarne mostrando tanta difficoltà in fase offensiva e commettendo tanti errori. Al 67′ azzurri vicini al vantaggio con Zielinski, ma il pallone colpisce il palo. All’83’ passa in vantaggio la Lazio: Ospina perde il pallone, Immobile ne approfutta e prova la conclusione, Di Lorenzo prova a salvare sulla linea ma spedisce il pallone in rete. Al 90′ l’arbitro assegna 3 minuti di recupero. Al 91′ prova un tiro al volo, ma ci arriva Strakosha. Al 93′ termina la gara.

IL TABELLINO

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (81′ Berisha), Luis Alberto (90′ Jony), Lulic; Caicedo (64′ Cataldi), Immobile. A disp: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, Silva, André Anderson, Correa, Adekanye. All.: Simone Inzaghi

Napoli 4-3-3): Ospina; Hysaj, Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui; Allan (84′ Llorente), Fabian Ruiz, Zielinski; Callejon (88′ Elmas), Milik, Insigne (90′ + 1 Lozano). A disp: Karnezis, Daniele, Luperto, Tonelli, Gaetano. All.: Gennaro Gattuso

Arbitro: Daniele Orsato (Schio)

Reti: 82′ Immobile (L)

Ammoniti: Lazzari, Lulic (L) Manolas, Mario Rui (N).

Mariano Potena

Commenti

Questo articolo è stato letto 291 volte