Tim Cup: Napoli nel segno di Insigne, Perugia k o

Missione compiuta per il Napoli nel segno di Insigne; il talento di Frattamaggiore con una doppietta, su rigore, al Perugia,  regala alla squadra azzurra la qualificazione ai quarti di finale della Tim Cup 2019/20. Il capitano, finalmente trascinatore autentico, trasforma i due penalty sacrosanti, anzi in verità ve ne erano altri due, concessi dall’arbitro Massimi con una disinvoltura tale  da fare invidia ai migliori rigoristi.  Per ben due volte spiazza il portiere avversario che nulla può contro i suoi tiri precisi piazzati nei due angolini. Anche la formazione di Cosmi usufruisce di un tiro dal dischetto sul finale della prima frazione di gioco, ma Ianniello, capocannoniere del torneo cadetto si fa parare la conclusione da Ospina che si riscatta dall’errore commesso con la Lazio. La compagine di Gattuso, nel secondo tempo, gestisce il doppio vantaggio non affondando più di tanto i colpi e porta a casa un successo che fa morale e che proietta al turno successivo contro la Lazio, sempre allo stadio San Paolo di Fuorigrotta il prossimo 29 gennaio, ancora in gara secca.  Dunque, quella di ieri pomeriggio si è rivelata per i partenopei un tranquillo allenamento, a ritmi sempre più blandi. Con la qualificazione ormai acquisita visto il risultato gli azzurri si sono risparmiati, concedendosi pure qualche esperimento, con l’ingresso in campo  del nuovo arrivato, l’italo -tedesco Diego Demme, subentrato nella ripresa in luogo di Fabian. L’ex capitano del Lipsia  ha preso posto davanti alla difesa ed ha recuperato un paio di palloni importanti, regalando così un po’ più d’equilibrio ai suoi nuovi compagni di squadra. Ora testa e gambe alle due prossime gare interne contro Fiorentina e Juve. Due partite che in caso di vittoria darebbero fiducia e consapevolezza dei propri mezzi a tutti i giocatori che hanno, mai come in questo momento, bisogno di un’iniezione di fiducia per risalire la china.

Commenti

Questo articolo è stato letto 350 volte