Il punto sulla A, ventesima giornata

La ventesima giornata di serie A, ancora orfana dell’ultimo posticipo tra Atalanta e Spal, che si disputerà questa sera, ha registrato l’allungo della formazione bianconera di Sarri sull’Inter, oggi lontana dalla vetta quattro punti. Un allungo in virtù del successo casalingo della Juve, per 2 a 1 sul Parma con doppio Ronaldo, e del pari esterno a Lecce, per 1 a 1 dell’Inter.  Si è avvicinata ai nerazzurri, intanto, la Lazio, distante soli due punti con una partita da recuperare, che sabato ha demolito la Sampdoria con un travolgente 5 a 1 che ha fruttato alla compagine di Inzaghi l’undicesima vittoria consecutiva. Sempre sabato il Napoli è incappato nella terza sconfitta interna di fila, grazie allo 0-2 imposto dalla Fiorentina al San Paolo.  Sempre più in caduta libera, dunque, la formazione di Gattuso. Dopo la buona prestazione all’Olimpico, sponda biancoceleste, gli azzurri hanno nuovamente deluso i tifosi in virtù di una gara imbarazzante e priva di ogni velleità. Gli uomini del tecnico calabrese, ora rischiano di brutto e con la Lazio, domani in Coppa Italia e con la Juventus, domenica in quel di Fuorigrotta, in campionato, potrebbero addirittura, se non invertono la rotta, arrivare a cinque k o consecutivi tra le mura amiche. Se ciò accadesse il Napoli potrebbe mettere definitivamente la parola fine alla sua stagione, da salvare solo con il raggiungimento dei 39/40 punti necessari per non retrocedere. Rimarrebbe solo la Champions ma il doppio match assai proibitivo con il Barcellona non dà alcuna speranza. Gli altri risultati di questo turno hanno visto il ritorno alla vittoria del Sassuolo, 2 a 1 al Torino in rimonta, il terzo successo consecutivo del Milan, 3 a 2 a San Siro sull’Udinese, ed il colpaccio esterno per 3 a 1 della Roma a Marassi, sponda rossoblù. A completare la prima di ritorno i pareggi tra Bologna e Verona 1 a 1 il finale e tra Brescia e Cagliari, 2 a 2 il risultato.

Commenti