Eduardo Chiacchio: “Servono norme di carattere eccezionale da parte della Figc anche sugli stipendi”

Eduardo Chiacchio parla a Marte Sport Live: “I momenti di carattere eccezionale vanno affrontati con norme di carattere eccezionale. I campionati potrebbero finire a fine giugno oppure ad inizio luglio se si riuscisse a riprendere. Saltano tantissime norme e ritengo che ci possano essere delle deroghe sui pagamenti, sui contratti dei calciatori e sui tesseramenti. Nel mese di marzo non si è lavorato e quindi il tema è attuale. La Figc dovrà intervenire per modificare l’andamento corrente. L’arco temporale di sospensione dell’attività potrebbe non essere retribuito: il rapporto di lavoro si è interrotto per motivi non dipendenti né dai club, né dai giocatori. Potrebbe farsi una compensazione con luglio, qualora si giocasse. Sicuramente ognuno dovrà fare la sua parte. L’arbitrato? E’ tutto in fase di stallo, alcuni calciatori hanno fatto richiesta di ricusazione di Piacci che era l’arbitro scelto dal Napoli. Il Tribunale di Napoli ha respinto tale istanza, quindi bisognerebbe nominare il presidente del Collegio Arbitrale di ogni controversia”.

Fonte: radiomarte.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 468 volte