Non solo Pozzo: c’è anche De Laurentiis tra chi pensa che il 13 giugno sia presto per giocare

A dispetto della sospensione dei campionati fino al 14 giugno, atto dovuto in considerazione del DPCM in vigore, la data del 13 resta cerchiata in rosso per la ripartenza della Serie A. Almeno in teoria. Perché nella pratica, molti presidenti si stanno convincendo che, anche potendo, sarebbe comunque troppo presto per tornare in campo. Ieri è stato il turno di Pozzo, patron dell’Udinese, ma aspettare almeno il 20 giugno sarebbe, scrive Il Mattino, l’idea giusta anche per Aurelio De Laurentiis. Anche a costo di giocare troppo: il Napoli, nello specifico, si troverebbe a dover disputare 14 partite in 46 giorni.
TuttoMercatoWeb.com
Commenti