Gli interventi di Enrico Fedele, Antonio Manzo, Corrado Saccone e Antonio Corbo a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Enrico Fedele

“Non si chiede mai ad un giocatore se vuole far parte o meno di un match, dalla portata di Barcellona-Napoli poi. Non ho mai sentito un giocatore tirarsi indietro, ma poi gioca e si fa male. L’ultima parola spetta sempre al medico. Va fatto un altro controllo per capire se la lesione parcellare è scomparsa e con questo anche il dolore. Credo che se fosse stato un infortunio serio, Insigne non avrebbe fatto certi esercizi per cui immagino che ce la farà. Se poi dovesse esserci ancora lesione, Insigne va tenuto a riposo. 

Cambiare modulo a Barcellona sarebbe rischioso, ciò che è importante è non creare voragini tra difesa e centrocampo e muovere subito la palla in fase di costruzione. 

Togliendo Messi, l’arma in più del Barcellona è la velocità della catena di destra. Gattuso deve vedere se un giocatore come Semedo deve essere controllato con una gabbia forte oppure deve essere attaccato.

Insigne e Koulibaly sono due campioni perché giocherebbero in qualsiasi altro grande club. Callejon lo era, ma non lo è più ed infatti non c’è un club disposto a prenderlo”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Manzo, giornalista

“Il Barcellona non è messo benissimo, Setien ha solo 13 titolatissimi da poter schierare, ma di certo senza Insigne il Napoli si presenta a Barcellona senza anima. 

Cavani alla Lazio? Cavani sta cercando squadra ed è l’unico anno in cui essendo libero, non viene accostato a Napoli. Al calciatore piacerebbe tornare in Italia e Lazio o Roma potrebbero essere le destinazioni migliori. Penso ad una coppia d’attacco formata da Immobile e Cavani”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Corrado Saccone, preparatore atletico

“Insigne in campo contro il Barcellona? Se c’è una lesione come è stato detto, è sempre un rischio. Partite come Barcellona-Napoli vanno giocate al 200% e quando hai un problemino, non riesci ad essere mentalmente rilassato. Insigne è uno di quelli che può fare la differenza per cui tutti speriamo di averlo in campo, ma una lesione è difficile da recuperare in pochi giorni, se poi si tratta di infiammazione il discorso cambia”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista

“Barcellona-Napoli? Giocarla a marzo era proibitiva. Oggi invece, per ciò che accade a Barcellona all’interno dello spogliatoio resta una partita difficilissima, che vede il Napoli non favorito, ma che si può portare a casa. 

Se Insigne è al 100% il posto è suo e non si discute, se invece deve essere un calciatore al 60%, preferirei vedere un altro azzurro al suo posto. Se non dovesse farcela, credo possa far bene Elmas in quella posizione, con Zielinski in mediana. 

Boccio Allan per come si è comportato, per la sua troppa modesta partecipazione alle sorti del Napoli. Dopo la rivolta del 5 novembre, aveva tanti motivi per riscattarsi, ma se Gattuso rivede in Allan il giocatore che tutta Napoli aspetta, ben venga la sua presenza”. 

Commenti