LA PARTITA – Mertens-Insigne e Gattuso sorride, bel Napoli a Parma. Che esordio di Osimhen!

Quelli che non tradiscono mai, ai quali Rino Gattuso si affida per la prima vittoria. Sono di Dries Mertens e di Lorenzo Insigne le prime reti del nuovo Napoli che di nuovo, però, non ha presentato niente relativamente alla formazione iniziale. Poi, quando nella ripresa è entrato Victor Osimhen, il Parma è stato costretto alla resa, dopo aver tenuto testa all’avversario per i primi 60 minuti. Ma la differenza l’ha fatta tutta lui, con quelli scatti straripanti, che hanno imbarazzato la difesa degli emiliani. Primi tre punti, dunque, per Gattuso. Importanti, perché ottenuti in un. Momento in cui la squadra sta rodando ed ha bisogno ancora di qualche settimana per rendere al meglio. E’ atteso da un lavoro intenso anche Fabio Liverani, perché il suo Parma fatica nella fase difensiva e crea poco per Inglese e Cornelius, la coppia di attaccanti.

FUORI OSIMHEN

La scelta di lasciare fuori Victor Osimhen era stata, in qualche modo, anticipata nei giorni di vigilia. E Rino Gattuso l’ha confermata poco prima dell’inizio della partita, quando sono state ufficializzate le formazioni. L’allenatore gli ha preferito Dries Mertens, una garanzia, per certi versi. A destra, invece, c’è Hirving Lozano, mentre Politano siede al fianco di Osimhen. In pratica, non ci sono volti nuovi in questo Napoli per l’esordio stagionale. Così come nel Parma, con la sola eccezione di Fabio Liverani in panchina. Il nuovo tecnico si affida alla coppia Inglese-Cornelius per provare a contrastare la fisicità di Manolas e Koulibaly. Il ritmo iniziale è alto, gli emiliani provano a sfondare a sinistra con Pezzella che, in velocità, sorprende Di Lorenzo, ma i suoi cross vengono regolarmente rimpallati. Il Napoli, invece, va per linee centrali, dove Zielinski viene seguito a uomo da Grassi.

ZERO TIRI

Le difese corrono pochi rischi e i due portieri restano spesso a guardare nei primi 45 minuti. Il Napoli tiene il possesso palla, ma fa fatica a verticalizzare. Anzi, non ci prova mai, si tende sempre a cercare Lozano sulla sinistra che è controllato a vista da Pezzella. Gattuso continua a incitarlo dalla panchina, ma a parte qualche dribbling, il messicano null’altro non concede ai 1000 spettatori del Tardini. La fase offensiva non convince da entrambe le parti. Mertens è isolato e per Iacoponi non è un problema tenerlo, mentre Insigne non riesce a saltare l’uomo per tentare la conclusione. Stessa cosa anche sull’altro fronte, dove Cornelius e Inglese non trovano gli spazi per puntare verso Ospina. E così il primo tempo dai conclude senza nemmeno un tiro in porta e con due giocatori, Demme e Darmian, ammoniti.

SVOLTA OSIMHEN

È più convinto, il Napoli, nella ripresa. Dopo 15 minuti, arriva la svolta. Gattuso richiama in panchina Demme e inserisce Osimhen. L’ingresso dell’attaccante nigeriano mette lo scompiglio nell’area parmense. Nel tentativo di evitarne una deviazione di testa che Iacoponi respinge debole, sui piedi di Mertens, che di piatto regala il vantaggio ai suoi (19′). E’ scatenato, Osimhen. Va via a Darmian, dandogli un paio di metri in uno spazio ristretto e la conclusione viene respinta da Sepe. E’ sempre lui che di tacco libera il destro di Lorenzo Insigne che sbatte sul palo. Col 4-2-3-1, sembra un altro Napoli, sicuramente più spregiudicato e meno prigioniero della lentezza di Demme che non favorisce la velocità degli attaccanti. Il Parma stenta a ritrovarsi e da un disimpegno sbagliato di Iacoponi, corto per Pezzella, scaturisce la conclusione di Lozano, respinta debolmente da Sepe: il tocco di Insigne per il raddoppio è cosa semplice semplice (30′).

Gazzetta.it

Di seguito il tabellino del match fra Parma e Napoli, prima giornata di campionato:

PARMA (4-3-1-2) – Sepe; Darmian, Iacoponi, Alves, Pezzella; Hernani, Brugman (69′ Dezi), Grassi (89′ Siligardi); Kucka; Inglese (69′ Karamoh), Cornelius. A disp: Alastra, Balogh, Dermaku, Laurini, Ricci, Simonetti, Kasa, Sprocati, Adorante. All.: Fabio Liverani

NAPOLI (4-3-3) – Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Zielinski (88′ Lobotka), Demme (61′ Osimhen), Fabian (83′ Elmas); Lozano (84′ Politano), Mertens (89′ Petagna), Insigne. A disp: Meret, Contini, Maksimovic, Luperto, Rrahmani, Mario Rui, Ghoulam. All.: Gennaro Gattuso

Arbitro: Maurizio Mariani (Aprilia)

Marcatori: 63′ Mertens (N), 77′ Insigne (N)

Ammoniti: Darmian, Alves, Pezzella, Kucka (P) Demme, Manolas (N).

Commenti