CdS: Gattuso non ha accettato di buon grado la sentenza del giudice sportivo

Come era prevebile, eri pomeriggio, in casa Napoli è giunta la brutta notizia della sconfitta a tavolino per 3 a 0 e di un punto di penalizzazione in classifica, come da regolamento. De Laurentiis è rimasto tranquillo, saperndo che in primo grado poteva esserci tale decisione, al contrario, come riporta oggi il “Corriere dello Sport”,  Rino Gattuso che è rimasto contrariato  dalla sentenza del giudice Mastandrea. Il tecnico azzurro, da vero uomo di campo, ama vincere o perdere giocando e non a tavolino.  Lui avrebbe voluto fortemente disputare la super sfida con la Juventus. Appena conosciuto il bruciante  verdetto ha invitato i suoi ragazzi a non abbattersi e a rimanere concentrati pià che mai in vista della difficile partita  di sabato, a Fuorigrotta,  contro la fortissima Atalanta. Intanto il Napoli ha annuciato che nei prossimi giorni presentaterà ricorso avverso la sentenza, per cui questo è soltanto l’inizio di una lunga battaglia a colpi di carta bollata che si chiuderà soltanto tra un paio di mesi con il pronunciamento finale del Tar. Come avevo scritto ieri, sapevo che difficilmente il verdetto sarebbe stato favorevole al Napoli che, a mio avviso non è del tutto immune da colpe. Del resto il club partenopeo ed in primis il presidente De Laurentiis non si sono attenuti al protocollo, sottoscrittto all’epoca, della Figc. Ora come ora è inutile piangere sul latte versato, occorre solamente pensare al presente ed al futuro. Da sabato in poi comincia il tour de force che vedrà la squadra partenopea  giocare ogni tre giorni, visto che giovedì prossimo enterà in scena anche l’Europa League.  I giocatori, dunque, devono pensare esclusivamente alle prossime gare di campionato e Coppa che li attendono, dando il massimo in campo.

Commenti