Gli interventi di Simone Valente, Maurizio Pistocchi, Marco Lollobrigida e Ciro Borriello a Radio Punto Nuovo

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, Simone Valente, onorevole M5S: “Per gli sport a livello di contatto dilettantistici è consentito allenarsi, ma in forma individuale. Per gli altri, come per le palestre, grazie anche ad una mediazione, si è limitato il danno. Ma, una riflessione sui contagi legati all’attività sportiva va fatta: solo sui dati dei contagi sull’attività sportiva allora si deve procedere alla chiusura. Dobbiamo capire gli effetti del Covid sull’attività sportiva. Lo sport è agenzia educativa come la scuola. Per questo massima attenzione ai settori giovanili. Sono contrario alle chiusure delle attività sportive e delle palestre. Se non diamo chiarezza, si genera confusione: mettiamo al centro l’importanza di praticare sport. Lo sport continua ed è il dato più importante: se ci sarà aumento dei contagi, sarà necessario modificare i protocolli. Non mi piace l’approccio che c’è stato alle palestre, servono più controlli. dobbiamo chiedere a tutti di rendere sicuri i luoghi dove si fa sport. Fondi per la sanificazione: se si dovesse andare incontro ad una nuova chiusura, ci saranno nuovi fondi per il comparto sportivo. Sentenza Juventus-Napoli? Il Governo dovrebbe rimettersi al tavolo con Lega, Figc e CTS. Era stata stabilita una regola che deve valere per tutti: se interviene una ASL, vuol dire che c’è c’è da fare chiarezza sulla valenza di un atto amministrativo, rispettando un protocollo esistente”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, Maurizio Pistocchi, giornalista Mediaset: “La situazione è critica causa Covid-19: ad esempio, il mio medico non mi ha potuto ricevere. Sono molto preoccupato. L’Atalanta ha fatto male, con errori individuali molto pesanti. I giocatori possono esser condizionati dalla Champions: ma, il Napoli ha fatto una grande partita, che punta sulla qualità, con un calcio super offensivo che, però, ha raggiunto equilibri importanti. Lozano deve giocare a sinistra: ora, Gattuso può solo continuare a fare bene. L’unico rimpianto è non aver giocato a Torino. La Juventus: Pirlo è un neofita, Stroppa ha iniziato nel 2006, che ha allenato le giovanili. Il Crotone è stato superiore alla Juventus nonostante i tre giocatori nel reparto offensivo della Juve costassero più del Crotone. Pirlo ha bisogno di tempo, un’esperienza che un allenatore normale fa in Serie C, non alla Juventus e la Juve pagherà questa scelta. Conte altro sconfitto? Kolarov è considerato il responsabile del ko nel derby, ma non si può addossare la colpa su un singolo. L’Inter si permette di tener fuori uno come Eriksen. Conte è un ideologo, ha la sua idea e tiene fuori i giocatori che non rispecchiano la sua idea. Oggi non puoi permetterti una cosa del genere: hai Eriksen, lo fai giocare anche se ti fa cambiare idea di calcio. Fourneau quarto uomo in Serie B: mi ricorda le patenti a punti del Processo di Biscardi, quando Moggi faceva arrivare le telefonate per guidare i giudizi”

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, Marco Lollobrigida, giornalista RAI: “Io razzista o juventino? Alle volte utilizzi male una parola e vieni declinato razzista, come accadde a me nel 2015: non sono potuto andare a Napoli per diverso tempo e mi dispiacque tantissimo. Fuorigioco Morata? Chiesa è da rosso diretto e mi hanno insultato gli juventini, non c’è discussione. Sul fuorigioco, è accaduto lo stesso in Napoli-Sassuolo: secondo me, poteva capitare a Dzeko, a Lukaku, ad Osimhen. Si è passati dalla luce piena al mezzo tacco per chiamare fuorigioco. Capisco che è fuorigioco, ma credo che in casi del genere si possa avere un’interpretazione diversa. Forse, è un po’ esasperato: immaginate un Napoli-Juve con un gol non dato per mezzo tacco. Per me il Var dovrebbe intervenire su altri casi. Quando il Napoli prese Gattuso, dissi che non è solo un motivatore: è un uomo empatico, ma ha grandi conoscenze tattiche. Abbraccio Osimhen-Gattuso? Bellissimo rapporto, ma la grandezza di Gattuso è aver preteso Bakayoko. Da qui si capisce che il Napoli è squadra molto completa. De Laurentiis ha risposto a chi lo critica con i fatti: ha i bilanci in attivo, ma ha speso, l’unica tra quelle con un monte-ingaggio alto. Il Napoli è ai vertici dai tempi di Mazzarri. Peccato per la parentesi Ancelotti”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli: “Positivi nell’AZ? Ci vuole un comportamento responsabile: l’Az andrebbe messo in quarantena e si rimanda la partita. Non credo che il Comune possa intervenire, ma se interviene l’ASL Napoli 1 bisogna capire cosa accade. Ci sono 9 contagiati, l’Az non dovrebbe partire: è un mini-focolaio, ci potrebbe esser un nuovo caso come per Islanda-Italia Under 21. Altrimenti, ci sarebbe discrasia, c’è un giudicato in corso su Juventus-Napoli sul tema. Bisogna essere consequenziali: se la Asl ha impedito al Napoli di partire, ora bisogna essere consequenziali. Abbiamo una guerra in corso con la Lega e la Giustizia Sportiva, il Napoli si gioca un campionato per questa partita contro la Juve, può decidere una stagione: bisogna essere attenti, allora, con quello che deve accadere con l’arrivo dell’Az a Napoli”.

Commenti