Victor Hugo Morales : “Orgoglioso di come Napoli celebra Maradona”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Victor Hugo Morales, celebre telecronista del “gol del secolo” di Maradona contro l’Inghilterra a Messico ‘86.

“C’è una nostalgia tremenda, con tutto quello che ha fatto per l’Argentina vedere come oggi Diego venga celebrato a Napoli ma anche nel resto del mondo per noi è motivo di orgoglio. Questo finale drammatico della vita di Diego ha impedito di dimostrargli tutto l’amore e la riconoscenza che il mondo del calcio ha per lui. Se si poteva fare qualcosa per evitare la sua morte? Non lo so, credo che la vita di Diego fosse molto complicata, lo sappiamo tutti. Io non voglio partecipare alla discussione relativa alla sua scomparsa, mi porta una tristezza tremenda. Non so cosa sia successo, so che Diego stava male. Anche negli ultimi giorni che l’abbiamo visto sul campo era visibile il fatto che non stesse bene. Ma poi c’è tanta speculazione mediatica, io non voglio farne parte. Secondo me alla fine non verranno fuori grosse novità.

Ho saputo della sua morte dalla tv. Ho visto le immagini delle ambulanze sotto casa sua e ho pensato al peggio, poi dopo 10 minuti è stata annunciata la sua morte. Non sapevo cosa fare, guardavo il soffitto senza dire una parola. Ero da solo in stanza, poi è entrata mia figlia che credeva dormissi. Voleva dirmi di Diego ma io già ne ero venuto a conoscenza, piangeva anche lei, che il calcio non lo segue nemmeno, per questa notizia terribile. Io gli volevo molto bene, l’ho conosciuto e ho avuto a che fare con lui anche lavoro. Gli devo tanto della mia carriera. Era una persona vera e ora sto capendo quanto ha significato lui per tutto il mondo, giovani e anziani. Parlare di Diego con la sua gente, quella della città di Napoli, è per me un grande orgoglio”.

Commenti