Gli interventi di Antonio Corbo, Maurizio Pistocchi e Dario Marcolin a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista.
“Questa squadra è imperfetta perché tanti giocatori sono discontinui. Tranne Llorente, penso che nessuno dei giocatori del Napoli abbiano vinto uno Scudetto in Italia. Serve costanza di rendimento. Il Napoli alterna momenti di grande gioco ma poi, essendo irrisolto, in alcune partite inciampa. I problemi secondo me sono tre. Tra cui il primo è che manca nel Napoli uno che faccia i gol. Come fa il Napoli a pensare di poter arrivare a grandissimi livelli se il bomber della sua squadra è 13° nella classifica dei cannonieri? Non ha un Lukaku o un Immobile.
Troppo severi con il Napoli? Quando c’è da elogiare nessuno viene meno. Anzi, a volte siamo anche troppo generosi. Però alcune partite ti costringono a pensare. Un secondo motivo che va cancellato è questo concetto della cattiveria. Cosa significano la cattiveria e il veleno? Questa letteratura rende barbaro il discorso sul calcio. Bisogna parlare del gioco e dell’imponderabile. Lo stesso Gattuso parla dei tanti tiri in porta ma ieri Provedel non ha fatto delle parate drammatiche. Purtroppo il Napoli subisce ancora una volta la sindrome di Sarri. Lui è stato bravissimo con Mertens falso nueve ma non si può far giocare centravanti Lozano.
Milik? Si è fatto un errore drammatico nella gestione. Qualcuno ha sbagliato, anche De Laurentiis a creare un clima non di affetto e cordialità. Anche Gattuso e Giuntoli hanno sbagliato nella diplomazia intermedia. Chiavelli? Io no vedo mai suoi interventi in pubblico. Quindi ognuno deve prendersi delle responsabilità, lui come De Laurentiis, Giuntoli e Gattuso”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista.
“Nel Napoli la possibilità è cambiare giocatori, non allenatore. Io sarei preoccupatissimo se il Napoli non facesse un tiro in porta. I calciatori o sono bravi o non lo sono. Dopo Cagliari lo erano, dopo ieri si dice che non hanno la testa. Secondo me non è così, possiamo discutere sulla qualità del gioco, certe sbandate si vedevono anche con Sarri. La squadra deve migliorare con la continuità, c’è un’altalena di risultati incredibile, tante palle gol sbagliate, errori sottoporta. Da quando non c’è più Osimhen queste situazioni si ripetono, con lui il Napoli aveva più fiducia. Però ripeto, se non vedessi la prestazione mi farei delle domande che ora non mi faccio.
Nei momenti di difficoltà i giocatori sono aiutati dal gioco, che dà certezze anche quando la situazione sembra difficile. Gattuso deve lavorare su questo. Errori come quelli di Maksimovic non si possono vedere. Rigore? Per me è inesistente, contatto minimo. Il campionato è ancora apertissimo, sono tutte lì. Bisogna quindi migliorare sotto il piano della prestazione collettiva, il gioco deve crescere. La fase offensiva il Napoli la fa bene, meno quella difensiva, troppi errori. L’allenatore deve dare gioco e mentalità. Ma se uno nasce rotondo non può diventare quadrato.
Maradona era un leader ma nel Napoli non c’è neanche lontanamente un giocatore così oggi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Dario Marcolin, opinionista.
“Il Napoli ha fatto una buona prestazione, l’unico vero problema è stata la mancanza di cattiveria sotto porta. Questa partita ha ricordato molto Napoli-Cagliari 0-1 dell’anno scorso. E’ la storia di quei giocatori, la mente non si allena in campo. Il Napoli deve fare mea culpa sugli ultimi 20′, la partita di ieri doveva finire 3-0. I giocatori ci sono ma sulla coralità ci sono meno. Poi se non fai gol nel primo tempo poi i minuti passano. Rigore? C’è, Fabian Ruiz gli prende il ginocchio dietro senza motivo. Gattuso batte da tanto tempo sulla cattiveria, oggi forse le sue parole hanno avuto uno sviluppo. Va bene essere bello ma a volte bisogna tirare fuori questi momenti. Il Napoli un giocatore com’era Gattuso in mezzo al campo non ce l’ha. Chiarire la situazione di chi è sotto contratto? Milik in effetti sta venendo trasportando via dagli eventi”.

Commenti