ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI VS JUVENTUS, Supercoppa italiana

Per  la quarta volta nella storia della Supercoppa italiana, domani sera a Reggio Emilia, al Mapei Stadium, feudo del Sassuolo, si sfideranno Napoli e Juventus; il bilancio vede gli azzurri in vantaggio per 2 a 1, avendo i partenopei conquistato il trofeo nazionale nel 1990, 5 a 0 il risultato finale, e nel 2014, dopo i supplementari ed i rigori che sancirono il risultato di 8 a 7 per la squadra allora allenata da Rafa Benitez. La compagine bianconera, invece, si impose, ma nel modo che tutti conosciamo, per 4 a 2 , dopo i tempi supplementari, in quel di Pechino, nel 2012, gara che suscitò tante polemiche in virtù dell’arbitraggio non felice di Mazzoleni. Di quella formazione, attualmente, sono ancora in rosa soltanto Kalidou Koulibaly, Faouzi Ghoulam e Dries Mertens, ma molto probabilmente l’unico che partirà titolare, domani sarà il difensore senegalese, mentre il belga potrebbe subentrare a partita in corso. L’impiego di Ghoulam, invece, appare alquanto improbabile. Per il terzo anno consecutivo questa finale si gioca in inverno, ma si tratta della prima volta  che si disputa nel nostro paese, dopo il 1989 in questo periodo dell’anno. Ovviamente siamo giunti a questa data a causa della pandemia, artefice dello sconvolgimento dei calendari  nelle ultime due stagioni. Se non fossimo stati colpiti dal maledetto virus la Supercoppa sarebbe stata assegnata come avveniva da tempo in terra straniera. La Juventus arriva a questo match dopo il tonfo di San Siro e perciò avrà il dente avvelenato e molta rabbia in corpo, mentre il Napoli con il sonoro successo con la Fiorentina ha il morale al settimo cielo, ma sarebbe da sciocchi pensare che i bianconeri ripetano gli errori commessi contro l’Inter, per cui gli uomini di Gattuso dovranno  scendere in campo con la massima concentrazione e determinazione. Veniamo ora alle probabili formazioni che i due allenatori pensano di schierare: Pirlo non potrà contare sull’infortunato Dybala, nel frattempo sta attendendo i risultati dei tamponi di de Ligt, Cuadrado e Alex Sandro che giorni fa sono risultati positivi al Covid, Trai pali difficilmente vedremo Buffon, per cui ci sarà sicuramente  Szczesny, davanti al quale  giocheranno Danilo a destra con Bernardeschi a sinistra, mentre la coppia centrale difensiva dovrebbe essere composta da Bonucci e Demiral pur se Chiellini sembra pronto a prendere il posto di quest’ultimo. Nella mediana spazio ad Arthur e McKennie che sono favoriti rispetto a  Bentancur e Rabiot. Sulla fascia esterna destra sarà confermato Chiesa, sulla corsia opposta  ballottaggio tra Ramsey e Kulusevski. In attacco scelte forzate con la coppia Ronaldo-Morata. Il tecnico juventino tuttavia potrebbe anche cambiare  modulo con il passaggio al 3-5-2 e in tal caso  Bernardeschi potrebbe cedere il posto a Kulusevski il quale agirebbe da quinto di centrocampo. In casa Napoli mister Gattuso data l’assenza di Osimhen e Fabian Ruiz  positivi al tampone per il Covid dovrebbe confermare Petagna e Demme, tra i migliori nell’ultimo vittorioso match. In porta anche Ospina, alla fine sarà  riconfermato  vista anche la sua maggiore abilità nel gioco con i piedi. Nel reparto arretrato  rivedremo la coppia centrale composta da  Manolas e Koulibaly, con il ritorno di Di Lorenzo a destra, mentre Mario Rui spazierà a sinistra. Il duo di centrocampo sarà lo stesso visto con la Fiorentina  ossia  Demme e Bakayoko anche se Elmas scalpita per prendere il posto di uno dei due. In attacco appare assai difficile credere che   Mertens parta  dall’inizio, quindi ci dovrebbe essere nuovamente Petagna nel ruolo di unica punta, pur se l’ex spallino,. domeniuca ha accusato un fastidio muscolare. Alle sue spalle confermatissimo il trio formato da Lozano, Zielinski e Insigne con l’ex interista Politano pronto per  essere mandato in campo nel corso della ripresa. Dunque, a meno di sorprese dell’ultim’ora, ecco le probabili formazioni:

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Demiral, Bernardeschi; Chiesa, Arthur, McKennie, Ramsey; Ronaldo, Morata. All. Pirlo

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Rui; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna. All. Gattuso

Commenti