ANTEPRIMA PARTITA Napoli vs Spezia, Coppa Italia

Prosegue senza soste il tour de force del Napoli, impegnato su tre fonti e costretto a scendere in campo, ogni tre giorni, oramai da molte settimane. Dopo il brutto capitandolo con il Verona di domenica, gli azzurri, domani al Maradona di Fuorigrotta, sono in cerca del riscatto e della “vendetta” calcistica nei confronti dello Spezia che violò lo stadio partenopeo, in campionato venti giorni fa. In palio la doppia semifinale di Coppa Italia, di cui il Napoli è detentore uscente. La formazione che uscirà vincente da questo match, incontrerà la squadra vittoriosa tra Atalanta e Lazio, gara che si disputa nel tardo pomeriggio odierno, alle ore 17:45. Come dicevamo gli uomini di Gattuso intendono dimenticare in fretta il k o con i veneti e prendersi la rivincita contro la compagine ligure guidata da Italiano, che ha eliminato la Roma dalla manifestazione. Lo Spezia è da considerarsi una delle grandi sorprese di questo campionato. Attualmente gli spezzini  occupano la 15esima posizione in classifica  con 18 punti e hanno  dimostrato in molte partite  di avere  un gioco davvero brillante ed interessante, cosa che, viceversa, gli azzurri non hanno dimostrato se non contro l’Atalanta e la Roma. Il cammino dello Spezia in questa competizione tricolore, finora è stato davvero eccellente, mietendo vittime prestigiose, peraltro in casa loro, come il Cittadella, il Bologna e la formazione di Fonseca. Dal canto suo il Napoli ha eliminato, a fatica, per 3 a 2 l’Empoli capolista della B, negli ottavi ed ora deve assolutamente battere i liguri per non perdere il secondo obiettivo stagionale dopo la Supercoppa italiana. Gattuso è in bilico ed un eventuale nuovo passo falso significherebbe, quasi sicuramente, esonero. Pertanto il tecnico di Corigliano Calabro sta meditando attentamente sulla formazione da mandare in campo, domani sera, allo stadio Diego Armando Maradona; il nigeriano  Osimhen  potrebbe ritornare nel suo ruolo di unico attaccante fin dall’inizio. Tra i pali Meret potrebbe essere anche riconfermato, davanti a lui sicuro l’impiego di Koulibaly con il serbo Maksimovic al suo fianco, visto che con Manolas  non appare ancora in buone condizioni fisiche. Terzini di fascia nuovamente Di Lorenzo ed Hysaj. Centrocampo a due molto fisico con Demme e Bakayoko. Dovrebbe riposare  Mertens, mentre  Lozano e Insigne saranno confermati.  Diversi problemi per Italiano che non potrà avere a disposizione Mattiello, Capradossi, Ferrer, Saponara e Piccoli. Incerto anche l’impiego di  Nzola che ha dovuto saltare, per infortunio, le ultime tre partite di campionato. L’allenatore dei liguri adotterà il solito  4-3-3 che ha dato ottimi frutti  in questa prima parte di stagione. L’undici di Italiano dovrebbe vedere tra i pali Providel e  la conferma di  Terzi e Chabot, come centrali difensivi, mentre sulla destra potrebbe toccare ad Ismajili in luogo di Dell’Orco. A sinistra Marchizza. Ballottaggio a centrocampo tra Agoume e Ricci con il primo favorito. In avanti probabile  ritorno di Galabinov assieme a Gyasi e Agudelo. Alla luce di queste indicazioni azzardiamo le probabili formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All. Gattuso

Spezia (4-3-3): Provedel; Ismajili, Terzi, Chabot, Marchizza; Estevez, Agoume, Pobega; Gyasi, Galabinov, Agudelo. All. Italiano

Passiamo, ora, come di consueto, alle curiosità: sono 13 i precedenti tra le due antagoniste in questione. I padroni di casa vantano  cinque vittorie, contro quattro degli ospiti e quattro sono i pareggi. Il primo incrocio in assoluto tra Napoli e Spezia  risale al campionato di Serie B nel 1942/43 con gli spezzini che ebbero la meglio, sotto il Vesuvio, per 2 a 1. Nel 2005/06 questa sfida si disputò con in palio la Supercoppa di serie C, persa dai partenopei, in virtù di due pareggi: uno 0 a 0 fuori casa e un pareggio per 1 a 1, a Napoli, che consentì allo Spezia  di aggiudicarsi il trofeo grazie alla regola dei gol in trasferta. Nella manifestazione nazionale, invece, le due contendenti si sono affrontate soltanto in due occasioni ed entrambe le volte gli azzurri vinsero per 3 a 1. Per la cronaca, la prima volta fu nel 1988, nella fase a gironi, all’epoca il successo in Liguria fu firmato da Francini e da  una  doppietta di Andrea Carnevale. La seconda volta è più recente: era il 2017 e nello scontro, agli ottavi di finale, il Napoli si impose con  i gol di Zielinski, Giaccherini e Gabbiadini.  In quella gara giocarono anche Insigne e Maksimovic che troveremo pure nel match di domani.

Commenti