LE INTERVISTE – Luca Percassi: “Vediamo quand’è giusto, ma quest’Atalanta è figlia anche di grandi investimenti”

Luca Percassi, amministratore delegato dell’Atalanta, dopo il successo contro il Napoli e una volta strappato il pass per la finale di Coppa Italia è intervenuto al microfono di Rai Sport: “E’ un qualcosa di fantastico, siamo veramente veramente felici, anzi di più. Da parte della mia famiglia e di tutta la società penso di interpretare anche il pensiero di tutti noi bergamaschi. Un grazie ai ragazzi, al mister e allo staff che tutte le volte ci stupiscono e ci fanno vivere un grande sogno”.

Sarebbe stato bello se ci fosse stato il pubblico, che oggi è stato comunque a Zingonia.
“Ne parliamo in tutte le partite, in tutti i momenti di gioia. Il nostro pubblico ci manca come l’aria. Speriamo che nelle prossime partite si possa tornare allo stadio, anche se in numero ridotto. Pensare di andare in finale e avere un po’ della nostra gente che ci seguirà sarà qualcosa di unico”.

Tra un po’ ci sarà un’altra grande partita: contro il Real Madrid.
“Stiamo vivendo tante partite fino a qualche anno fa impensabili. Le dobbiamo affrontare sempre con grande attenzione, consapevoli del fatto che stiamo vivendo qualcosa di straordinario. Bisogna sempre affrontare le gare con l’approccio corretto. Stiamo vivendo qualcosa che ci siamo meritati sul campo”.

Visto che riuscite sempre a valorizzare i vostri talenti, oggi quanto varrebbe Pessina?
“Ogni tanto sento cifre di giocatori venduti, ma io penso che l’Atalanta sia figlia anche di grandi investimenti fatti. Si è sicuramente venduto quand’era il momento giusto per vendere e si è comprato quando era il momento giusto per comprare. La nostra realtà ci porta a fare delle vendite, fa parte del nostro lavoro. L’Atalanta però è cresciuta anche grazie a investimenti significativi che hanno permesso alla rosa di crescere, altrimenti non saremmo nella posizione di raggiungere una finale di Coppa Italia e di combattere nelle parti alte della classifica. Matteo per qualità fuori dal campo e in campo sta crescendo in maniera significativa e si sta completando quest’anno, giocando grandi partite, anche in competizioni europee. E’ di un’intelligenza particolare, fuori dal campo e in campo si porta tutte queste caratteristiche. Ha una gran capacità di assorbire gli insegnamenti del nostro mister”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti