Italia-Slovenia 4-0, decidono Maggiore, Raspadori e Cutrone (doppietta): Azzurri ai quarti

ITALIA-SLOVENIA 4-0
10′ Maggiore, 19′ Raspadori, 25′ rig. e 50′ Cutrone
ITALIA (3-5-2): Carnesecchi; Lovato (54′ Zappa), Gabbia, Ranieri; Bellanova (54′ Marchizza), Frattesi, Pobega (73′ Pirola), Maggiore, Sala; Cutrone (86′ Frabotta), Raspadori (73′ Colombo). All. Nicolato
SLOVENIA (4-4-2): Vekic; Zinic, Brekalo (46′ Svetlin), Karic, Kolmanic (81′ Ploj); Matko, Zaletel, Cerin, Prelek (46′ Petrovic); Elsnik (46′ Stojinovic), Medved (70′ Celar). All. Acimovic
Ammoniti: Karic, Brekalo, Matko, Marchizza, Cerin, Frabotta
Espulso: Marchizza
* rigore sbagliato da Cutrone

Dopo la delusione del pari contro la Repubblica Ceca, dopo la ‘resistenza’ strenue in nove uomini contro la Spagna, l’Under 21 finalmente mostra tutto il suo potenziale staccando il pass per i quarti di finale degli Europei di categoria, annientando i padroni di casa della Slovenia. Nonostante la tante assenze per squalifica che la Nazionale di Nicolato ha dovuto affrontare, l’Italia ha risposto alla grande mettendo in campo quella voglia di vincere necessaria per passare il turno. Una grande mezz’ora giocata nel primo tempo, che ha fruttato tre gol e un rigore sbagliato, e un avvio di ripresa aggressivo hanno permesso agli Azzurrini di chiudere il discorso senza grossi patemi. Da segnalare l’ottima prestazione, tra gli altri, di Cutrone, autore di una doppietta ma anche di Raspadori che non ha fatto per nulla rimpiangere Scamacca. Benissimo anche la difesa che non ha concesso chance agli avversari padroni di casa.

Nicolato rimescola le carte a causa dei numerosi assenti, manda Raspadori in campo accanto a Cutrone, schiera Pobega Maggiore a metà campo. La Slovenia parte con il piede giusto e nei primissimi minuti mette in difficoltà l’Italia. Gli Azzurrini superano il momento complicato e guadagnano metri passando al primo affondo. Calcia Cutrone, calcia Pobega, respinge Vekic, irrompe Maggiore che mette la palla nell’angolino. L’Italia si libera dalle preoccupazioni e continua ad attaccare. Raspadori attacca bene la profondità e si presenta a tu per tu con Vekic e lo batte per il raddoppio Azzurro. L’Italia non si ferma, Frattesi viene steso in area e si procura un calcio di rigore che Cutrone non sbaglia. Sul 3-0 e in chiusura di primo tempo, lo stesso attaccabte Italiano si guadagna un altro calcio di rigore ma questa volta si fa ipnotizzare da Vekic.

A inizio ripresa l’Italia parte forte e Cutrone si fa immediatamente perdonare l’errore dal dischetto segnando un gran gol dalla distanza con la palla che termina all’incorcio dei pali. Sul 4-0 e con le notizie che arrivano da Spagna-Repubblica Ceca, con gli iberici in vantaggio, Nicolato prova a gestire le forze e impiega tutti i sostituti a disposizione. Marchizza entra e rimedia un giallo e prima del 90′ viene espulso per la seconda volta in questo Europeo. Anche Frabotta (diffidato) si fa ammonire e sarà costretto a saltare il prossimo impegno. L’Italia gestice il vantaggio senza problemi, Cutrone sfiora anche la tripletta personale. Alla fine gli Azzurri si impongono 4-0 e chiudono il gruppo B al secondo posto. Nei quarti (che si terranno a partire dal 31 maggio), l’Italia affronterà la vincente del gruppo D: una tra Portogallo, Croazia o Svizzera.

Sky.it

Commenti